Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Ascolta. E’ l’anno che verrà.

Venerdì, 23 dicembre 2011 @07:49

"Ascoltate. In questa storia gli alberi stormiscono, fremono, si riaggiustano. Dal mare arrivano raffiche di vento, ed è come se nell’inquietudine, nello scuotere le chiome impazienti, sapessero che sta per accadere qualcosa."
(Maggie O’ Farrell)
Ascolta. E’ l’anno che verrà.

(La frase che ho scelto oggi per City è tratta dal bel romanzo "La mano che teneva la mia", di Maggie O' Farrell, Guanda - cliccate sul nome dell'autrice, come al solito, per rileggere gli altri Buongiorno e saperne di più. Ed è anche l'ultimo del 2011. I Buongiorno ritorneranno a partire da lunedì 9 gennaio. Intanto, buon Natale allo zabaglione. Lo sentite il vento che porta l'anno nuovo?).

Come ogni venerdì, trovate il Buongiorno di oggi anche in inglese, nella parte globish del sito. Vi ricordo anche che, con Twitter, potrete ricevere il mio Buongiorno direttamente sul vostro telefonino, ogni mattina! Daily Lisa. A presto, nel Nuovo 2012. Buon Anno stellato a tutti!

47 commenti

stefania | Mercoledì, 4 gennaio 2012 @08:21

anche se l'anno è già niziato....comunque buon anno! pieno zeppo di sogni da realizzare.. e di cose da fare!

\'povna | Martedì, 3 gennaio 2012 @18:41

Auguri a te, Lisa!

http://nemoinslumberland.wordpress.com/

Anonimo | Lunedì, 2 gennaio 2012 @20:37

ti trovo aedorabile

jan | Domenica, 1 gennaio 2012 @00:06

Tanti auguri!!!

danielle | Sabato, 31 dicembre 2011 @19:10

Vi amo tutte! Per cio vi mando i mie auguri buon anno 2012 di speranza! Che sia anno si realizza i mie sogni! E noi tutte

LISA | Sabato, 31 dicembre 2011 @17:11

AUGURI PIUMATI DA BERLINO!

LISA | Sabato, 31 dicembre 2011 @17:10

ERICA: anche a me era piaciuto molto "Il senso di Smilla per la neve" (e tutte le parole che in Groenlandia si usano per parlare di neve...). Ma se non sbaglio i libri successivi di Hoeg sono molto diversi. Se cerchi qualcosa di simile prova con un giallo nordico, magari la trilogia Millennium di Larsson, o i libri delle gialliste nordiche di cui parlo nel post dei libri di Natale. Buona lettura!

Aminta | Sabato, 31 dicembre 2011 @16:41

Auguri LisaCorva, Buon anno e auguri a tutto il blog. Tra poco andrò a mettermi le penne del pavone visto che si è tanto parlato anche in modo spiritoso di ornitologia.

Giusy | Sabato, 31 dicembre 2011 @14:14

grazie Patri, il tuo pensiero mi fa tanto, tanto piacere. ogni bene anche a te.

patri fiorista | Sabato, 31 dicembre 2011 @14:00

Auguri fioriti di serenità e allegria per tutte/i Voi.
Auguri Giusy tanta felicità. patri

erica | Sabato, 31 dicembre 2011 @11:13

auguri!!!!!

Giusy | Sabato, 31 dicembre 2011 @09:55

Auguri ed Auguri a Lisa e a tutti coloro che popolano questo piccolo mondo "multicolore"
Buon Anno!

una a caso | Sabato, 31 dicembre 2011 @08:22

a tutte un anno di ...ottima qualità e di speranze realizzate .

jhonathan | Venerdì, 30 dicembre 2011 @18:14

Auguro a tutti voi un 2012 di prosperità di serenita e sopratutto di felicita a carla e a nostro carissima lisa!:-)

Malu63 | Venerdì, 30 dicembre 2011 @14:46

Auguri per un anno pieno di serenità sopratutto quella del nostro cuore, quella che ci aiuta a vivere bene giorno dopo giorno, quella che ci fà aiutare chi incontriamo, quella che ci fà sorridere e accettare anche tutte le difficolta che incontreremo in questo 2012. Buon anno a te Lisa e a tutte le noi che lasciamo messaggi nel tuo blog :)

carla | Venerdì, 30 dicembre 2011 @10:32

Un augurio a tutte e Lisa( ma sei scomparsa ? o nel tuo altrove non sei connessa?! ci manchi...) e vorrei consigliare a tutte la lettura di un libro: Nel Paese delle donne Di Gioconda Belli, poetessa e guerrigliera nicaraguense, che racconta di un colpo di stato in cui al potere vanno le donne e gli uomini vengono mandati a casa.
Il partito fondato dalle donne è il Partito della sinistra erotica (PIE) solo alcune parole per dirvi Buon ANNo " Abbiamo sprecato già troppo tempo a vergognarci di essere donne o a cercare di dimostrare che non lo siamo, affermava, come se essere donne non fosse la nostra grande forza, ma ora basta. impugniamo tutti gli stereotipi femminili e prtiamoli all'eccesso".
Amiamo , piangiamo , vestiamoci, ridiamo, tradiamo, trucchiamoci, lavoriamo, badiamo ai figli e scriviamo per tutto il 2012!

ilaria quarteroni | Venerdì, 30 dicembre 2011 @03:16

....Eccomi qui con un invito : sabato 14 gennaio e domenica 15 gennaio 2012 in quel di Cologno al Serio ,all'auditorium delle scuole medie,in via Rossini 12,ci sarà un convegno esperienziale "...intorno alla vita:se conosco,posso scegliere?"l'ho organizzato,ma per la buona riuscita conto sulla presenza di chi sente che quello può essere un appuntamento del cuore ........... mi piacerebbe poterVi incontrare! se così non fosse,ci sarà un'altra opportunità in quel di Milano,per il mese di marzo.credo proprio di poter riproporre,alla cascina rosa, la Biscoteca . come potete capire,non ho più scritto commenti perchè ero impegnata altrove.comunque ho sempre letto le varie frasi di riflessione e di crescita di Lisa Corva.Vi invio i miei semplici auguri per un buon procedere...ilariaqu.

lady chatterley | Giovedì, 29 dicembre 2011 @19:07

annetta, ho avuto modo di osservare i loro comportamenti, senza alcuna competenza, s'intende. Però: mi sembrano prepotenti, li ho fisti scacciare dal ramo che credono loro il simpatici pettirosso e il fringuello. se spargo qualche briciola si fiondano come falchi e non lasciano nulla ai secondi arrivati, sono diffidenti... assomigliano troppo a certi esseri umani. Altro che "bravo merlo"... Qualcosa di positivo ce l'hanno. sembra che siano monogami.
Molto Love e peace quel tanto che basta per renderci serene e contente.

annetta | Giovedì, 29 dicembre 2011 @10:41

@lady chatterley - Curiosità: perchè non ti sono simpatici i merli, come pennuti intendo? Io li trovo simpaticissimii.. purtroppo a Milano ne vedi pochi ma se mi capita di incrociarli in qualche parco mi fermo sempre a fischiettare con loro.Ti guardano curiosi girando la testolina e paiono chiedersi: ma che sta a dire questa qui? Che lingua fischia? Trovo che siano pennuti mooolto interattivi...NO? Love&Peace to everybody

una a caso | Mercoledì, 28 dicembre 2011 @08:27

grazie lady è difficile farsi capire in 4 righe l'argomento bambini meriterebbe una conferenza , ma credo che fior , ed io 'stavolta abbiamo un pò di ragione : un trattamento alla pari con gli altri per non farli sentire umiliati e.....tanto tanto amore e sicurezza.

Lady Chatterley | Martedì, 27 dicembre 2011 @22:18

...per la precisione le penne dell'oca non erano le tue e nemmeno quelle della terribile fiorenza

Lady Chatterley | Martedì, 27 dicembre 2011 @22:14

...matti! anzi di matte!!! anzi in un'uccelliera! volevo solo sdrammatizzare la situazione, scusami sai ho apprezzato e apprezzo i tuoi post. Ciao.

una a caso | Martedì, 27 dicembre 2011 @21:01

povera me sono capitata in una gabbia di.....

lady chatterley | Martedì, 27 dicembre 2011 @20:36

penso di aver raccolto nel blog le penne dell'oca, anzi la Penna d'Oca per la precisione, quelle del pavone assolutamente no. Poi ci sono pennuti e pennuti.Simpatici l'usignolo, il pettirosso, il merlo non tanto. tutti applicabili all'essere umano per via dei comportamenti, basta studiarli , non sono una appassionata di birdwatching, basta un minimo di attenzione. A me sono simpatici i pulcini con le loro pelurie gialle, prima che diventino galletti e gallinelle ma preferisco quest'ultime all'oca che starnazza.eppure sono state utili anche loro in Campidoglio.

una a caso | Martedì, 27 dicembre 2011 @20:33

,,grazie fiorenza anche io sono "combattiva " se mi pestano , ma qui c'è qualcosa che mi sfugge e allora glissons ! ciao

Fiorenza | Martedì, 27 dicembre 2011 @19:07

lascia perdere una a caso, marina è fusa... e ci accomuna anche se siamo molto diverse. non l'ha capito. per quanto mi riguarda la lascio in pace con le sue paturnie ma se continua così in pace non sarà mai senza l'aiuto di una psicologa.
l

una a caso | Martedì, 27 dicembre 2011 @18:45

......quell'altra non capisce che cosa ti possa aver irritato così tanto . ripeto "amate i vostri bambini ,ma trattateli normalmente " un saluto ,in quanto alla boria poi , sapessi quanto sono semlice e modesta ....le penne e le piume non mi appartengono proprio.

Marina | Martedì, 27 dicembre 2011 @17:54

Fiorenza e l'altra si le penne perdete le penne, o solo quella piccola, banale boria che vi accomuna...non sara' facile auguri

Fiorenza | Martedì, 27 dicembre 2011 @11:59

Marina: sai cos'è la comprensione di un testo? E' mai possibile che non si possa esprimere un'opinione diversa senza diventare oggetto di maledizioni? "perdere le penne" addirittura!
Qualcuna più che Rosa sembra ranco-rosa, Pensa alle tue di penne Marina e lisciatele per bene facendo attenzione a non autointossicarti. Grazie per gli auguri sicuramente sinceri che non ricambio allo stesso modo...

una a caso | Martedì, 27 dicembre 2011 @11:00

in un mondo così multi_etnico mi sembra che stiamo dicendo un sacco di sciocchezze

Olga | Martedì, 27 dicembre 2011 @09:33

L'attenzione delle maestre verso i bambini adottati è fondamentale. Perchè a differenza di qualsiasi loro compagno maltrattato fisicamente o psicologicamente, li bambini adottati devono lasciare da parte tutto quello che hanno vissuto prima e ricominciare da capo. Anche se il loro vissuto è stato difficile, è comunque la loro vita che da un momento all'altro viene cambiata completamente.
Tante, ma proprio tante grazie a tutte le maestre che portano l'infinita pazienza e tanto affetto verso i bambini adottati, permettendoli di raggiungere altissimi risultati negli studi.
Personalmente non uso spesso la parola "adottivo", ma non perchè è mio figlio e basta. Ha la sua storia culturale, ha le sue radici, come me, anche se sto in Italia da 12 anni. Ci sono ancora tanti pregiudizi verso l'adozione, che spesso l'argomento non si discute apertamente. é mio figlio, diventato mio mediante l'adozione.

Le mamme adottive sono molto sensibili, non dimentichiamo mai nessun gesto d'affetto verso i nostri cuccioli, quella tenerezza spontanea che ci dimostrano moltissime persone.

Non credo, Fiorenza, che esista un disagio più importante di quello che portano dentro i bambini adottati. Perchè loro non hanno mai avuto niente che li appartenesse - un giocattolo, un paio di mutandine, una (dico una) figura di riferimento che fosse davvero loro.

Marina | Lunedì, 26 dicembre 2011 @23:16

Putroppo ogni volta che si parla di figli adottati, ci sono sempre parole sgarbtae. Si adottati, lo dico non perche' sono scema o sprovveduta, ma perche' qui con Lisa, che ci accolto altrove in un mondo rosa, che le due care velenose penne non frequentavano, parliamo della loro storia e di come sono arrivati a casa nostra, e certo non serve la benedizione delle due velenose penne che si esercitano, sempre, appunto ad esprimersi senza garbo ne' intelligenza, eh si ahime' non la dimostrate, sull'argomento, che veidentemente non conoscete affatto o comunque meno di noi che ci siamo andati a prenderli questi figli, e non pontifichiamo solamente sull'amica dell'amica.Credo di aver colto nell'intervento di Simona solo delicatezza usata nei confronti di questi bambini, come avra' anche verso altri bambini in difficolta', anche se quelli maleducati, inidsciplianti etc, adottivi o no, sono spesso anche solo molto viziati...Comunque care pennine acide buon anno e che vi serva a farvi perdere qualche penna...

erica | Lunedì, 26 dicembre 2011 @21:59

scusate, nel post di prima ho dimenticato di scrivere il nome..

Anonimo | Lunedì, 26 dicembre 2011 @21:59

Ciao a tutti! Avrei bisogno di un parere: Lisa o qualcuna di voi ha letto i romanzi di Peter Hoeg, l'autore del Senso di Smilla per la neve? io ho amato tanto quel romanzo, ne vorrei leggere un altro suo.. mi potete consigliare? grazie, baci :)

Fiorenza | Lunedì, 26 dicembre 2011 @20:27

anche a te, Una a caso, forse non sai che quel "brava" è un po' impegnativo visto i miei post trascorsi dove ho ricevuto legnate non da poco forse poco meritate forse no. anzi, assolutamente no mi autoassolvo. buon onomastico a tutte le stefanie e gli stefani che portano il nome del Protomartire (lapidato se non erro dai suoi correligionari)

una a caso | Lunedì, 26 dicembre 2011 @08:01

...brava fiorenza auguroni

annetta | Domenica, 25 dicembre 2011 @21:44

Grazie giusy, sei troppo generosa...Manco il mio cervello è più fresco come prima, ormai sono più 50 che 40 quindi anch'io inizio a fare qualche funerale ai miei neuroni!! Ma alla fine non è il numero dei neuroni che conta, l'importante è mantenere i superstiti in buone condizioni. Lavoro in mezzo agli studenti e ti garantisco che parecchi ventenni sono molto ma molto più bolliti di noi, nonostante le legioni di neuroni apparentemente vispi che si ritrovano in dotazione. Quindi...scuoti la testa, e fai un buon natale anche te insieme ai tuoi (neuroni, intendo) :-)))

Fiorenza | Domenica, 25 dicembre 2011 @20:12

...e con una marcia in più. Sono figli ardentemente desiderati, fortissimamente voluti. Sono oggetto di tante attenzioni e non solo da parte dei genitori. Quei bimbi maleducati, indisciplinati, fastidiosi, invisi a molte maestre, a volte nascondono disagi ben più importanti e meritano anzi esigono particolare attenzione perché sovente non hanno una Vera Famiglia alle spalle. E mi riferisco al background socioculturale- Anche loro soffrono, ma sono indifesi.

una a caso | Sabato, 24 dicembre 2011 @18:18

perchè li continuate a chiamare bambini adottati ? è VOSTRO figlio e basta . vale anche per le maestre deve diventare una PERSONA VERA auguri a tutti ( parlo per esperienza e come insegnante e come amica di 3 mamme che non hanno mai usato adottato adottivi e via dicendo ,i cui figli sono sani ,sereni normalissimi.

Giusy | Sabato, 24 dicembre 2011 @13:10

Questa è la controprova!

Giusy | Sabato, 24 dicembre 2011 @13:08

Mi piace il cervello "cervello fresco" di Annetta,vorrei averlo anch'io. Un una parte dei miei neuroni (da non confondersi con i Neutrini, per favore ex Ministra!!!) mi hanno abbandonato, sento che i restanti non sono freschi come vorrei. Ho deciso per un Natale frugale, il mio budget prevede anche altro. Emergency, per esempio. Mi sa che Annetta il cervello fresco ce l'ha già di suo.

erica | Sabato, 24 dicembre 2011 @10:59

Tantissimi auguri a Lisa e a tutte voi: un buon Natale allo zabaglione, o alla cioccolata calda, come pensavo ieri quando ne ho presa una fumante ai mercatini :) e un nuovo anno veramente sereno

Marina | Sabato, 24 dicembre 2011 @01:10

Grazie Simona, non sai quanto questo sia importante...proprio perche quei bimbi adottati come il mio, che sono sereni e felici della lora vita non capiti mai di trovare un piccolo ostacolo che li metta in crisi...Vi auguro un anno meraviglioso, o forse solo un anno sereno, l'incontro con Speranza e' stato molto bello, movimentato da tre bambini che si muovevano senza sosta, le nostre chiacchiere quindi molto piu brevi del passato, ma tanti sorrisi tra questi tre che sembravano conoscersi da anni. Faccio un appello pubblico, scusami Lisa, se Ilaria vecchia pink avvocato di roma leggesse ancora questo blog vorrei che mi mandasse il suo numero o la sua mail, ho rotto il mio telefonino un anno fa e perso tutto, ero rimasta che la chiamavo per vederci e non lo posso fare, ne sarei cosi felice, lei e la sua emma...un bacio

annetta | Venerdì, 23 dicembre 2011 @20:20

Allora scuoterò anch'io la chioma al vento come fanno gli alberi, per rimescolare un pò in testa le idee buone da riportare nell'anno nuovo, per espellere dalle orecchie quelle scadute, per far entrare aria fresca dalle narici e nuove immagini dagli occhi. Per l'anno nuovo vorrei un cervello fresco :-))) Tantoauguri a tutti anna

happy | Venerdì, 23 dicembre 2011 @17:07

Per questo natale ragalerò la mia "esistenza" a una maestra "speciale"
Auguri a tutti...

Simona | Venerdì, 23 dicembre 2011 @14:32

Parlo anch'io con cognizione di causa dato che insegno dacirca 20 anni: quando scrivevo che per i bambini adottati ho sempre un'attenzione in più non vuol dire che in classe regalo corsie preferenziali, ma che personalmente mi colpiscono di più e che nei contenuti del programma di storia, ad esempio, devo evitare determinati argomenti: un bambino adottato difficilmente potrà portarmi un oggetto che testimoni la sua infanzia per presentare il concetto di fonte. Comunque va sempre tenuto presente che questi bambini hanno avuto un trauma e bisogna tenerne conto in collaborazione con la famiglia adottiva. Hermione: purtroppo ci sono "maestre e maestre" esattamente come "medici e medici" o "avvocati e avvocati", mi spiace che non tutte le insegnanti di tuo figlio abbiano mostrato sensibilità.

una a caso | Venerdì, 23 dicembre 2011 @08:18

speriamo che sia una tramontana che porti via le nuvole ,seguita da una brezza che porti serenità auguri a tutti augurissimi a lisa che chissà dove andrà e cosa ci porterà in regalo .

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.