Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Luce. Gennaio. Mattina presto. Respiro.

Lunedì, 16 gennaio 2012 @08:33

"Luce. Gennaio. Mattina presto.
Respiro – e incorona lo sguardo
il vuoto abbagliante del cielo.
Ammettimi nei tuoi infiniti
presenti, luce che vieni e assolvi
ogni speranza e inutilità,
ogni dimenticanza.
Oggi, pieno di tempo,
di tanta chiarezza che mi sopraffà,
immergimi dentro il freddo azzurro che inghiotte il suono."
(Gian Mario Villalta)
Luce di gennaio, luce che assolve.

(Gian Mario Villalta è un poeta italiano. L'ultima sua raccolta è stata pubblicata da Mondadori)

10 commenti

ilaria quarteroni | Mercoledì, 18 gennaio 2012 @06:18

... osservo dalla finestra ogni albero,ogni oggetto lasciato.ogniUno col proprio nome,e mentre li nomino,li sussurro,prendo coscienza dei miei respiri.anche oggi brina festosa nei campi... che incanto!decisione presa:esco e cammino!il@ri@

LISA | Mercoledì, 18 gennaio 2012 @00:44

CAROSELLA: perché sono tutti negozi parigini e io ahimé non vivo a Parigi!

carosella/ alessandra | Martedì, 17 gennaio 2012 @13:54

Ma perchè dici che i consigli di shopping di Ines sono ( ahimè) inutili?

LISA | Martedì, 17 gennaio 2012 @09:20

STEFANO. Ossigeno.

LISA | Martedì, 17 gennaio 2012 @09:18

SILVIA: "il freddo azzurro che inghiotte il suono" e la nave che affonda. Sai che non ci avevi pensato, Silvia? Poesie e ghiacciate coincidenze.

LISA | Martedì, 17 gennaio 2012 @09:15

SABRINA: non credo mi sarei mai comprata il libro di Ines. Ma da quando un'amica (molto più fashionista di me) me l'ha regalato, lo sfoglio ogni tanto, e, ammetto, mi diverte. La parte di indirizzi shopping a Parigi è ahimè inutile, ma i consigli di stile mi fanno sorridere e pensare che ogni tanto mi piacerebbe far finta di essere parigina... Quindi sì, lo consiglio!

Sabrina | Lunedì, 16 gennaio 2012 @23:00

Lisa, ma del libro di Ines cosa ne pensi? Lo consigli?

Aminta | Lunedì, 16 gennaio 2012 @18:03

Quanto mai calzante, vero? il mare inghiotte il suono ma lo rende più sensibile in superficie. Tragedia, quella della Concordia, ancor più insostenibile quando capiamo che non è legata alla fatalità.

silvia | Lunedì, 16 gennaio 2012 @16:40

La luce in questo periodo o è abbagliante o è assente...mi piace molto il concetto della luce che assolve da speranze e inuitiliTà e il passaggio finale " immergimi dentro al freddo azzurro che inghiotte il suono" mi fa pensare alla tragedia della Concordia, alle persone morte nelle acque gelide tra le grida

Stefano | Lunedì, 16 gennaio 2012 @08:41

Gennaio. Mattina presto. Buio.
SOFFOCO

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.