Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Perché forse tutti abbiamo bisogno di essere perdonati da qualcuno.

Lunedì, 5 marzo 2012 @08:16

"Forse aveva ragione Anne a dire che in qualsiasi momento della nostra vita abbiamo bisogno di essere perdonati da qualcuno. Ad ogni modo, io sapevo da chi volevo essere perdonata. E dopo aver detto a tutti per mesi che non sapevo dove fosse, tutt’a un tratto sapevo esattamente dove trovarlo".
(Amor Towles)
Perdona. E chiedi perdono. Provaci oggi.

Una delle poche statistiche americane che mi è rimasta impressa parla proprio di perdono: perché gli "high forgivers" sono più felici nella vita. Camminano con più leggerezza. Ci ho ripensato, leggendo questa frase nel bel romanzo di Amor Towles, "La buona società" (Neri Pozza). Ma oggi non parliamo facilmente di perdono: parola scomoda, antica, imbarazzante quasi. Ed è così difficile chiedere perdono. O, semplicemente, scusa.

13 commenti

Serena | Mercoledì, 7 marzo 2012 @00:35

...mi hai emozionata Lisa, come fai molto spesso.

Ti Ringrazio!

Notte,
Sere

Elle | Martedì, 6 marzo 2012 @13:55

LISA: come sempre hai centrato il problema. Perdonare i miei rimpianti, capire che le scelte sbagliate non sono dipese dagli altri, ma solo da me, ed imparare ad accettarlo. Accettare di non essere perfetta, di sbagliare e ricominciare, di avere anch'io un lato sconosciuto. Impare a perdonarmi per quello che sono e quello che diventerò. Nulla è irreparabile.

LISA | Martedì, 6 marzo 2012 @08:30

AMELIA: già, perché è così difficile perdonare se stessi? Forse perché quello che è successo (quello che abbiamo fatto, a volte quello che non abbiamo fatto) è irreparabile. O forse non c'entrano altre persone, forse dobbiamo perdonarci perché ci stiamo perdendo, perché il rimpianto, i pensieri, quello che avrebbe potuto essere stato e non è stato ci stanno spegnendo. Dobbiamo perdonarci per riuscire ad andare avanti: e il perdono deve venire da noi.

Amelia | Lunedì, 5 marzo 2012 @23:05

Chissà perchè a volte, sia così difficile perdonare "se stessi"...

LISA | Lunedì, 5 marzo 2012 @19:26

L: "la direzione della mia giornata è condizionata dai tuoi buongiorno". Che bello quello che scrivi. E' quasi un romanzo.

LISA | Lunedì, 5 marzo 2012 @19:25

ELLE e CARLA: tema molto, molto interessante, quello del saper/poter perdonare se stessi. Sottovoce vi chiedo: ma di cosa, perché?

carla | Lunedì, 5 marzo 2012 @17:31

Io credo di essere abbastanza indulgente nei confronti degli altri, il perdono che devo ancora dare è a me stessa. Il perdono che devo regalarmi è quello più difficile e che non ho ancora imparato

Aminta | Lunedì, 5 marzo 2012 @16:58

Certo che è difficile chiedere perdono. lo si fa quando sappiamo di aver fatto del male soprattutto alle persone che ci sono care ma dobbiamo addurre dei motivi e se non ne abbiamo di convincenti lo facciamo silenziosamente, con maggior pentimento. Chiedere scusa è più facile. Non gradisco chi magari involontariamente mi offende anche in modo lieve e non mi dice "scusa, ho sbagliato.." penso che sotto il rifiuto di scusarsi ci sia un calcolo abbastanza cinico

L | Lunedì, 5 marzo 2012 @14:36

La direzione della mia giornata è condizionata dai tuoi buongiorno.
A volte coincidono perfettamente con ciò che accade dentro e fuori me, e rimango sorpresa. Tipo oggi, mentre provo a chiedere perdono, dopo tanti mesi, anni. E a dire scusa, a dire pensavo di stare bene ma senza te... non è la stessa cosa.

Elle | Lunedì, 5 marzo 2012 @13:54

Se ho fatto qualcosa che deve essere perdonato, ecco... chiedo perdono.
Ma soprattutto vorrei da oggi perdonarmi .
Si, mi perdonare me stessa.

Stefano | Lunedì, 5 marzo 2012 @09:13

Per una a caso:
E' giusta la tua osservazione. In effetti può sembrare così.
Ma così non è....

una a caso | Lunedì, 5 marzo 2012 @08:59

....stefano se lo fai con troppa facilità non vale è come dire buongiorno .... non me ne volere ciao e poi c'è una grande differenza tra scusare e perdonare

Stefano | Lunedì, 5 marzo 2012 @08:30

Io non ho problemi a chiedere scusa e di essere perdonato.
So che a volte sbaglio
Scusami e perdonami.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.