Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Fiammiferi accesi nella notte.

Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:12

"Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vedere tutto intero il tuo volto
Il secondo per vedere i tuoi occhi
Il terzo per vedere la tua bocca
E l’oscurità intera per ricordare tutto questo
Mentre ti stringo fra le braccia"

(Jacques Prévert)

Perché l’amore e la poesia sono questo: fiammiferi accesi nella notte.

Oggi ho molte cose da festeggiare. La primavera, anche se in fondo è cominciata già ieri, con un equinozio anticipato. E la giornata mondiale della poesia. Per questo ho scelto Prévert. Perché mi piace pensare che la poesia sia – anche – questo: fiammiferi accesi nella notte.

18 commenti

sivy | Giovedì, 22 marzo 2012 @15:52

una delle mie preferite

Rodolfo | Giovedì, 22 marzo 2012 @12:32

Se Prévert non fosse esistito, bisognerebbe inventarlo. Semprr così dolce, così poetico in modo totalmente romantico, senza un dubbio, senza un'increspatura

Lady Chatterley | Mercoledì, 21 marzo 2012 @19:24

Come interpretata! con i fiammiferi accesi? Gli volevi far la fine del Bonzo, Vale? Vabbè volevo solo scherzare... e pensare che Prévert quando scriveva poesie d'amore e testi di belle canzoni non pensava certo a noi donne. Questo dimostra che la poesia è universale.

vale | Mercoledì, 21 marzo 2012 @19:16

Questa poesia ... L'ho recitata ed interpretata al mio Amore ...

Myriam | Mercoledì, 21 marzo 2012 @18:59

LISA: Prèvert l'ho conosciuto grazie a mio nonno, è cosi amoroso! Neruda l'ho apprezzato grazie al mio ultimo dolce amore, ed è cosi passionale!! E la mia aria preferita è Recondita Armonia dalla Tosca, perchè la cantava sempre mio padre per farmi addormentare.

Susy_Anne | Mercoledì, 21 marzo 2012 @17:28

Amo Prévert

Anonimo | Mercoledì, 21 marzo 2012 @17:27

Se solo leggere i suoi commenti volevo scrivere

Anonimo | Mercoledì, 21 marzo 2012 @17:25

Se solo fa cosi figuriamoci abbracciarla grazie...

u............ | Mercoledì, 21 marzo 2012 @16:41

fiammiferi!!! a... mi basta abbracciarti forte anche se buio nella notte, importante sei tu....ciao E buongiorno anche......

una a caso | Mercoledì, 21 marzo 2012 @13:54

.......avrei preferito "questo amore" o la bellissima "i ragazzi che si amano" i fiammiferi accesi ormai sono stati inflazionati dai concerti !!!!!

Anonimo | Mercoledì, 21 marzo 2012 @10:07

Bellissima buongiorno!!

Stefano | Mercoledì, 21 marzo 2012 @10:02

Non ho bisogno di fiammiferi per vedere
Mi basta guardarti in viso e il tutto si illumina…
Ti abbraccio… e restiamo stretti nell’oscurità…

LISA | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:45

ANONIMO & FIAMMIFERI: e perché no? Bastano dei fiammiferi, la notte che scende e qualcuno da abbracciare.

LISA | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:44

MARY: nata il primo giorno di primavera. Sembra il titolo di una canzone. Auguri!

LISA | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:43

MYRIAM: che bello un nonno cantante lirico! E ti ha insegnato anche qualche aria d'opera? (Prévert è uno dei primi poeti che ho letto, insieme a Neruda: sa di 15 anni, di notte, di primavera, dei primi sogni sulla vita).

Anonimo | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:34

Una poesia cosi bella da realizzare lisa

Myriam | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:28

Quando avevo 16 anni mio nonno mi regalò due libri di poesie perchè voleva che imparassi a leggere "col cuore" (era un cantante lirico quindi figuriamoci!), e uno dei due libri era proprio una raccolta di poesie di prévert, e questa è una delle mie preferite! Bellissimo buongiorno.

Mary | Mercoledì, 21 marzo 2012 @09:26

La mia poesia preferita per il mio compleanno!!!!
Grazieeeeeee!!!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.