Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Aspettiamoci il meglio mentre ci prepariamo al peggio.

Venerdì, 23 marzo 2012 @07:36

"Aspettiamoci il meglio mentre ci prepariamo al peggio".
(Aung San Suu Kyi)
Vivere è anche imparare a guardare avanti senza paura. Vivere è saper sorridere. Vivere è camminare in bilico tra lucidità e speranza, senza perdere l’equilibrio.

Il Buongiorno di oggi è della piccola grande donna che da 25 anni si oppone alla dittatura in Birmania. Su di lei, Nobel per la pace nel 1991, Luc Besson ha appena girato un film, "The Lady".
Le sue parole anche in inglese, in Lisa globish, come ogni venerdì: cliccate in alto a destra.

10 commenti

LISA | Domenica, 25 marzo 2012 @19:25

ANNETTA: mi piace quello che hai scritto. Ed è una bella scommessa: il coraggio delle recession girls.

Annetta | Sabato, 24 marzo 2012 @17:07

Gia....vero....anche se con gli anni mi sono trovata sempre piu spesso a pensare che la resistenza assoluta oltre ad un certo livello non e piu una potenzialita ma un limite perche diventa armatura, corazza e son davvero pochi gli estimatori dei cactus :-) Non saro mai violetta ma se erica saro, cerchero almeno di camuffarmi tra i girasoli :-) buona domenica

Giusy | Sabato, 24 marzo 2012 @16:01

Eccomi qui per dire a Patri che da quando mi ha definito donna erica (parecchio tempo fa) mi sento un tantino più forte di questo le sono grata. Ciao, ragazza dei fiori!

patrizia fiorista | Sabato, 24 marzo 2012 @14:52

x Annetta: donne erica, perchè l'erica resiste al vento,al gelo ai venti forti. Come Noi sereno week end Patri

annetta | Sabato, 24 marzo 2012 @00:16

@patri: donne "erica" perche? Sorry ma le mie conoscenze botaniche sono very very basic...:-) notte a tutte!

patri fiorista | Venerdì, 23 marzo 2012 @17:30

è un pò che non ve lo dico e non ve le regalo.......siete delle fantastiche donne erica.
Baci Patri

Susy_Anne | Venerdì, 23 marzo 2012 @15:33

Sempre..

annetta | Venerdì, 23 marzo 2012 @13:37

Grazie Giusy, ma il merito non è mio, è tutto della mia saggia mamma. Sono figlia di una generazione che a vent'anni era in piena guerra, che è partita dalla miseria, quella nera - e spesso anche dall'ignoranza - e ha costruito un mondo di benessere che noi fino ad ora ci siamo goduti completamente "aggratis". Se ce l'hanno fatta loro ce la faremo anche noi; certo non sarà una passeggiata di salute ma i più bei fiori nascono spesso nel letame. Non che questo mi renda serena - per carità - ma come dice lisa voglio, anzi DEVO guardare avanti senza paura, perchè è la paura che ci fa soccombere...Buona giornata a te e a tutti...

Giusy | Venerdì, 23 marzo 2012 @13:13

Annetta, mi sei piaciuta davvero, davvero tanto. Per altri motivi faccio mio il commento di Lisa (a dire il vero era già mio da quasi una vita) Ciao, e che la buona sorte ti accompagni. Augurio esteso a tutte le " bloggers" con il futuro tra le mani

annetta | Venerdì, 23 marzo 2012 @09:18

Stamattina mi hai letto nel pensiero,lisa....stavo proprio pensando "mala tempora currunt"...ho tanti conoscenti quasi cinquantenni come me che stanno perdendo il lavoro e altri ancora lo perderanno....lo perdero anch'io, chissa?E cosi penso cosa faremo?chi con figli piccoli,chi senza figli che se la dovra giocare da solo fino alla fine dei suoi giorni. La mia generazione, travolta dal troppo lavoro, ha tanto sognato di mollare "tutto" e partire x un isola deserta e adesso, beffa delle beffe, "tutto"molla noi e ci costringera'a reinventarci una seconda vita. Sai che ti dico lisa? Pensando al peggio VOGLIO credere che se saro costretta a rinventarmi ex novo una vita,RIUSCIRO´a inventarmela bella. Voglio aspettarmi il meglio,preparandomi al peggio...Buona giornata a tutti

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.