Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Due amiche, la morte, le farfalle.

Mercoledì, 23 maggio 2012 @08:24

"Sono una persona abituata a pensare la morte, ma non a interrogarla. Una che, nel dolore, non parla neanche con i vivi. Nemmeno con se stessa. Avrei tradito la promessa se non fosse stato per le farfalle".
(Stefania Rossotti)
Un'amica, la morte, le farfalle.

Due amiche, due che si parlano "da una vita". Di tutto, di tutti. Due ragazze-per-sempre, che a cinquant’anni chiacchierano fino a notte in macchina: con i piedi nudi sul cruscotto e la sigaretta in bocca. Una si ammala, muore. L’altra l’accompagna alla soglia. La perde. Ma poi le farfalle su un balcone le ricordano che forse c'è, che forse è possibile parlarsi, ancora. E’ questa la storia, cucita nel libro ad altre storie, di mamme che "parlano" con i figli morti, cercano le tracce di chi non c’è più. E' questo il libro, scritto da una cara amica e collega di Grazia: "Ti parlo da una vita", Mondadori.

7 commenti

claudia mdg | Mercoledì, 23 maggio 2012 @19:53

Penso che lo comprerò, questo libro. Grazie

Francesca | Mercoledì, 23 maggio 2012 @15:26

ci sono eccome, io li sento, mi guidano, sanno cosa è meglio per me e mi ci accompagnano...

Laura | Mercoledì, 23 maggio 2012 @15:02

continuano ad ascoltarci e in qualche modo riescono anche a parlarci, a starci vicino. Con una farfalla, con un profumo, con un petalo di fiore, attraverso i sogni. Io ci credo.

Giusy | Mercoledì, 23 maggio 2012 @14:43

e come si fa a interrogare la morte? quale risposta potremmo attenderci? forse potrebbe consegnarci un filo magari quello delle Moire. Molte di noi hanno i loro personali sepolcri custoditi dalla memoria che dà sollievo....

una a caso | Mercoledì, 23 maggio 2012 @14:25

....questa mattina sarebbe stato meglio non leggerti

isa grassano | Mercoledì, 23 maggio 2012 @10:30

le farfalle...o un trillo di un telefono, come capita a me...
loro ci sono...
bellissimo libro.

adele | Mercoledì, 23 maggio 2012 @10:07

Passavo, non ho mai lasciato commenti, ho sempre e solo letto, ma oggi mi sono fermata più a lungo perchè anch'io cerco ogni giorno 'le tracce di ch non c'è più', e ci sono , fuori e dentro di me e mi aiutano in questo cammino non sempre facile

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.