Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Piaceri semplici di giugno.

Domenica, 3 giugno 2012 @20:32

Ciliegie. Raccolte dall’albero, per chi può. Comprate al mercato. Al supermercato. Comunque ciliegie, che diventano poi uno dei miei dolci preferiti: lo strudel di ciliegie!
Prova costume. D’accordo, non è un piacere semplice. A volte, semplicemente uno stress. Però la prova costume (fatta magari a occhi chiusi o semichiusi, in uno di quegli impietosi camerini con la luce che ingrassa), vuol dire che si va al mare…
Papaveri. Ogni volta che li vedo, tra i binari dei treni in periferia, i "papaveri spericolati", come li chiamava la poetessa Vivian Lamarque, penso: è estate. E’ quasi meravigliosamente estate.
Lucciole. Sempre più rare. Ogni volta, quando appaiono, un piccolo miracolo. Ricordate un vecchio Buongiorno che parlava proprio di lucciole? http://www.lisacorva.com/it/view/481/
Solstizio d’estate. I giorni si allungano, si allungano, si allungano… E a me piace festeggiare, il 21 giugno, con una cena per due, il giorno più lungo dell’anno: perché è anche l’inizio dell’estate. Se possibile, con una cena in riva al mare. Ma è bello anche guardare l’estate che arriva da un balcone o una piazza di città.

Prima domenica del mese: questi sono i miei piaceri semplici di giugno. Aggiungete i vostri...

9 commenti

Laura | Martedì, 5 giugno 2012 @14:10

Lucciole, ciliegie, papaveri, tigli in fiore, il bagno nella tinozza di zinco di mia nonna e le rondini che si rincorrono felici nel cielo. i miei ricordi di bambina

LISA | Martedì, 5 giugno 2012 @08:46

ARIA: gli abiti peso piuma. Che meraviglia. E l'ombra degli alberi. Grazie.

LISA | Martedì, 5 giugno 2012 @08:45

GABRIELLA: l'articolo sulle lucciole, o sulla scomparsa delle lucciole, di Pasolini era in realtà un modo per parlare di politica italiana e di democristiani (era il 1975, ho controllato: bello quando il blog mi fa studiare e ripassare pezzi di storia italiana). Ma le lucciole sono rare come allora. Per questo, ancora più preziose, quando le vedo. E le vedo, per fortuna, ancora.

Aria | Lunedì, 4 giugno 2012 @16:33

I piaceri semplici di Giugno (o dell'estate):
il cinema all'aperto, il gelato, finestre e balconi aperti tutto il giorno, vestiti peso piuma, l'ombra degli alberi..

Gabriella | Lunedì, 4 giugno 2012 @16:12

i papaveri spericolati di lamarque, i papaveri fiammeggianti di antonia pozzi...grazie, lisa, per portare la poesia nel tran tran delle nostre vite...ricordo - ma non so più dove l'ho letto - che pasolini lamentava lo scomparire dellle lucciole..io, classe 1964 come te, lisa, me le ricordo nelle sere calde in campagna da mia nonna...ma ora ci sono ancora?

LISA | Lunedì, 4 giugno 2012 @12:28

DOMO, che bella una festa di non-onomastico, il giorno dell'inizio dell'estate! ALESSANDRA: il profumo dei tigli in fiore, l'avevo dimenticato...

Alessandra | Lunedì, 4 giugno 2012 @11:36

le cose più belle di giugno... le nespole, le raccolgo dall'albero e le mangio, sono abbastanza acide però mi ricordano quand'ero piccola! le lucciole, per fortuna vivo in campagna e ce ne sono tante ed è una meraviglia vedere la notte illuminata! i tigli in fiore, adoro il loro profumo!
ma la cosa più bella, senza dubbio, sono i papaveri, ho un campo di grano dietro casa, tutto dorato, però ci sono queste macchioline rosse che lo rendono speciale! è come se fosse un ricordo lontano...
buona giornata Lisa!

domo | Domenica, 3 giugno 2012 @22:11

i miei piaceri: 1) l'odore dei pomodori appena aperti e cosparsi di sale 2) il sapore del sale di mare quando ti appoggi con la testa al braccio sulla sabbia 3) il coloro oro del sole prima del tramonto 4) sapere che tra poco andro al Sud

domo | Domenica, 3 giugno 2012 @21:40

Ciao Lisa, sono felice che la presentazione sia andata bene, dev'essere stato un bel momento di musica e poesia. Ho trovato tante combinazioni tra quello che hai scritto di ieri e oggi: Sveva tra l'altro e' il nome di mia figlia e il 21 giugno e' il giorno che lei ha scelto per festeggiare un oomastico che non esiste sul calendario ma che bello e' inventare per far festa e distribuire sorrisi e fette di torta!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.