Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La sciarpa viola: il mio racconto su D di Repubblica.

Lunedì, 27 agosto 2012 @10:16

La sciarpa era grigia, con un bordo viola. Era perfetta per lui, e lei lo sapeva. Ogni volta che passava davanti alla vetrina del negozio, non poteva fare a meno di controllare: e sì, era ancora lì. Qualcosa in quella sciarpa le parlava, semplicemente, di lui: grigio vellutato, grigio antracite, grigio dei grattacieli, grigio maschile, grigio asfalto come le strade che la portavano da lui. E poi, inaspettato, quel bordo viola.
Un giorno era entrata in negozio e aveva chiesto di vedere la sciarpa...

Questo è l'incipit del mio racconto viola, che potete scaricare gratis dal sito di D di Repubblica. Mentre l'estate finisce. Buona lettura...

http://d.repubblica.it/argomenti/2012/08/21/news/racconti_italiani_gratis-1213736/?fb_action_ids=10151132321892980&fb_action_types=og.recommends&fb_source=aggregation&fb_aggregation_id=288381481237582

Ovvero: l'amore ai tempi di Instagram. Avete mai mandato una foto come dichiarazione d'amore?

24 commenti

Fiorenza | Giovedì, 30 agosto 2012 @22:06

per battere la rapidità di simona, che ha letto il tuo racconto nello spazio di un caffè espresso quindi 1 minuto o se lo sorseggia 2. Buona serata autrice io rido di me stessa e di quello che scrivo nei momenti in cui mi annoio e sono rari. Attendo il tuo libro lo leggerò non per finta ma per piacere. Addio

LISA | Giovedì, 30 agosto 2012 @20:46

Fiorenza, mi hai fatto ridere. Ma perché dovevi leggere tutto in meno di cinque minuti?

Fiorenza | Giovedì, 30 agosto 2012 @20:24

dovrei prendere lezioni dalla docente di scuola elementare per riuscire a leggere tre pagine in meno di cinque minuti. lettura trasversale abilissima si legge tutto e non si capisce niente tranne la bella trovata delle foto-dedica che non ha potuto fare.Racconto simpatico e ben scritto. Cara Lisa sono una guastafeste ma sincera e mi piace assai il tuo Blog.

LISA | Giovedì, 30 agosto 2012 @19:15

Lady Chatterley: gradito! Buone sciarpe d'autunno anche a te...

Lady Chatterley | Giovedì, 30 agosto 2012 @15:42

Spero gradito.

Lady Chatterley | Giovedì, 30 agosto 2012 @15:41

quella sciarpa che piace a tutti e due! c'è la vista e il tatto che li accomuna c'è la stessa visione dell'uno e dell'altro. Bella storia d'amore. Non volevo più scrivere, troppe reazioni per un niente, per un post scherzoso preso male, ma adesso posto per un omaggio all'autrice.

LISA | Mercoledì, 29 agosto 2012 @16:51

Aminta: grazie, mi piace l'idea di un racconto avvolgente, proprio come la sciarpa, grigia con un bordo viola.

LISA | Mercoledì, 29 agosto 2012 @16:50

Simona: non hai mai mandato una foto come corteggiamento amoroso perché sei inciampata nell'uomo giusto in epoca pre-smartphones e pre-instagram... Ma si può sempre recuperare!

Simona | Mercoledì, 29 agosto 2012 @15:07

Trovato e letto tutto d'un fiato, come un espresso: bellissimo. Anch'io non vedo l'ora che esca il tuo nuovo libro. Brava!

Simona | Mercoledì, 29 agosto 2012 @14:56

Dimenticavo: non ho mai mandato una foto come dichiarazione d'amore; forse perchè 25 anni fa si facevano meno foto di adesso? ;-)

Simona | Mercoledì, 29 agosto 2012 @14:54

Bello l'incipit, ma peccato che io non riesca a leggerlo: ho cliccato, ma mi esce la solita finestra col punto di domanda e "adobe reader" che non ho mai capito cosa sia. Pazienza, lo cercherò perccorrendo altre vie del web. Lisa, non so se hai visto la pagina della cultura del Corriere, ma c'è il racconto della Maraini tratto dalla raccolta "L'amore rubato" in cui la scrittrice tratteggia i ritratti di 8 donne. In questo si parla del desiderio di un figlio, ma visto da "lui". "Una bambina chiamata Venezia. I genitori l'avevano desiderata tanto. Da quando si erano scambiati l'anello davanti al sindaco non avevano fatto che provare ....". Mi fa piacere che una grande scrittrice "sdogani" l'argomento e mi farebbe altrettanto piacere, quando riuscirai a trovare il testo, avere un tuo parere. E dato che si parla di "Venezia", Domo, raccontaci il "tuo" festival. Buon rientro a tutti.

domo | Mercoledì, 29 agosto 2012 @13:45

Inizio festival e ancora si montano stand e spazi interviste , domaniinizio interviste a mastrandrea e la bobulova in un film che credo bello, gli equilibristi e oggi jhon demme. Il lido è colmo di macchinone che portano in giro vip(s) o presunti tali e tanti veneziani simpatici che a suon di battute esorcizzano quest'invasione.

Giusy | Mercoledì, 29 agosto 2012 @13:16

Ciao Patri, tutto bene, grazie! Io preferisco dire: tutto a posto e niente in ordine.
Un regalino-ino-ino virtuale te lo voglio fare anch'io. Se vai su Mario Nutti (mario dei fiori) o su Jan Bruegel il Vecchio, troverari tanti fiori "spettinati" proprio come piacciono a te (e anche a me, da qualche tempo a questa parte...) Ricambio l'abbraccio fiorito.

Aminta | Martedì, 28 agosto 2012 @22:33

Lisacorva: bel racconto avvolgente che fa sognare e per nulla sdolcinato o zuccheroso. Brava.

patri fiorista | Martedì, 28 agosto 2012 @14:51

Grazie Lisa per il racconto e per la ragazza dei girasoli,le mie penne sono talmente arruffate che sembro un cacatua!!!!!!! oggi è una di quelle giornate che mi spiazzano, ho ricevuto 2 regali inaspettati e quindi ancora più graditi, una borsa tulipano con un sacchetto di bulbi rossi dall'Olanda, e dalla Cina una bellissima tazza da tisana in porcellana rossa. Ciao Giusy va tutto bene? Un abbraccio fiorito Patri

LISA | Martedì, 28 agosto 2012 @09:00

Domo: allora mandaci un po' di cronaca dal red carpet! Mercurio9: il Buongiorno ricomincia l'ultimo giorno di agosto. Per adesso, il mio sciarpa-racconto per le notti insonni.

domo | Lunedì, 27 agosto 2012 @22:33

Ciao lisa, bello ritrovarti. Domani partenza per il festival di Venezia, giorni pieni di interviste ma all'alba il mare è bello. Mi dispiace se hai avuto problemi in barca, capita...spero che nessuno si sia fatto male. Un sorriso a te e a tutti

Mercurio9 | Lunedì, 27 agosto 2012 @21:27

Era ora che ricominciassi a postare i tuoi buongiorni, non riuscivo più a dormire al solo pensiero di non leggerli al mattino!!

LISA | Lunedì, 27 agosto 2012 @15:49

Carla, grazie: il nuovo libro esce a metà ottobre. Quasi una sciarpa...

carla | Lunedì, 27 agosto 2012 @15:28

B E L L I S S I MO!! sono già in trepidazione per il nuovo libro

LISA | Lunedì, 27 agosto 2012 @14:31

Giusy, su Velvet (che peraltro questo mese costa solo un euro) non trovi il mio racconto, che è esclusivamente gratis e su web, davvero molto recession style! Trovi però una mia intervista a Liz Diller, l'architetta newyorchese che ha disegnato la High Line a Manhattan, uno dei miei luoghi preferiti al mondo. (Ma, se vi piace il racconto recession style, regalate il link...).

Giusy | Lunedì, 27 agosto 2012 @14:26

eh sì, l'ho letto il racconto. Un vero peccato che la mia stampante abbia esalato l'ultimo inchiostro perché mi piace leggere su carta.
Bella questa semplice storia d'amore costruita sul nulla. E poi, tanti cenni e riferimenti a chi si affaccia e scrive sul Blog. Per esempio: Patrizia Fiorista (l'ho riconosciuta con i suoi girasoli e con lei le tante ragazze che scrivono o cancellano sms o mms...e mi è piaciuto ancora di più il frammento della Guerra Civile in Spagna. Vorrei dilungarmi ma per pietà di chi si trova a leggere, chiudo. Complimenti Lisa. Ingiungerò al marito sparagnino di comprarmi Velvet.

LISA | Lunedì, 27 agosto 2012 @12:52

Sì, esatto. E sempre per rimanere su flickr.com, questo è Robert Capa fotografato, probabilmente, da Gerda. Durante la guerra civile spagnola. Bello quel maglione a grana grossa, e l'uomo che c'è dentro.
http://www.flickr.com/photos/tula_7755/7516842434/

Francesca11 | Lunedì, 27 agosto 2012 @11:34

Telepatia... Mentre pubblicavi il tuo post, stavo già leggendo il tuo racconto, l'ho finito adesso! Che bello che tu ti sia ispirata al mio colore preferito, il viola! E dato che l'ho cercata perché mi ha incuriosito, volevo chiederti se la foto di cui parli nel racconto è proprio questa:
http://www.flickr.com/photos/pritheworld/5060401486/
Bentornata dalla futura sposina con gli spartiti in borsa!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.