Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Oggi aspetto il vento.

Giovedì, 18 ottobre 2012 @08:31

"Viene il vento.
Non ha in sé domande.
Non l’hanno invitato a venire.

Accarezza come sa,
come ha sempre fatto, come fosse
ancora possibile, anche qua".
(Natan Zach)

Il vento che aspetto. Nuove direzioni.

Anch'io oggi aspetto il vento: tra poco prendo un volo per Tel Aviv, dove vado per un reportage di architettura e design. Per questo oggi il mio Buongiorno è di un poeta israeliano, nato a Berlino nel 1930, vive proprio a Tel Aviv. I versi sono tratti dalla sua antologia "Sento cadere qualcosa", Einaudi.

14 commenti

LISA | Venerdì, 19 ottobre 2012 @00:38

Pi che legge la peonia rossa: che meraviglia finire su due comodini. Mi piace moltissimo! Grazie.

LISA | Venerdì, 19 ottobre 2012 @00:36

E tu, Domo, mi leggerai?

domo | Giovedì, 18 ottobre 2012 @15:23

Cara Lisa, ecco la cronaca sentimentale: il pacchetto è stato scartato con occhi pieni di curiosità, il sorriso è sbocciato ad ogni millimetro di fiore colorato che dalla busta fuoriusciva e...ha iniziato a leggerlo subito!

Giusy | Giovedì, 18 ottobre 2012 @13:00

Eh, sì! reportage e non intervista. Gaffe, spero, ampiamente scusata. Del resto, Lisa sembra essere molto elastica e comprensiva.

Pi che legge la peonia rossa | Giovedì, 18 ottobre 2012 @12:14

Cara Autrice, 2 copie arrivate giusto giusto ieri: una per me ed una per una cara amica che compie gli anni a breve.
La tua meravigliosa peonia rossa sarà il regalo più gettonato nei prossimi mesi, promesso!
Un abbraccio. Buon viaggio. Buona vita

Paola | Giovedì, 18 ottobre 2012 @11:58

il vento che accarezza i capelli e accarezza un pò anche l'anima. che bello lisa, buon viaggio.
e ciao a tutti, ciao francescachesisposa, qualcosa mi dice che manca poco e sì lo conosciuto è diventato conosciuto ed anche "il mio ragazzo".. se così si può dire.. :)

lia.mo | Giovedì, 18 ottobre 2012 @11:46

Ciao Lisa e buon viaggio! Ieri mia figlia, che si chiama Susanna ed era compagna delle elementari di Francesca Genti, mi ha portato un pacchetto della Feltrinelli....dentro c'era il tuo libro rosso peonia!!!! Non ho ancora iniziato a leggerlo perchè prima devo finirne uno (devo controllare la follia di iniziare 3 o 4 libri insieme); così ora lo sto covando come gallina in attesa di leggerlo con calma. Poi ti dirò una cosa bella che riguarda le mie poesie. Ciao ciao a presto da Lia.

monica | Giovedì, 18 ottobre 2012 @11:25

buon vento cara lisa!

Giusy | Giovedì, 18 ottobre 2012 @11:22

...allora buon soggiorno in terra d'Israele. Uno dei miei sogni teoricamente realizzabili è Jerusalem... Spero in un tuo commento sull'intervista e su Tel Aviv. Buon lavoro e buon rientro.

una a caso | Giovedì, 18 ottobre 2012 @10:22

le tazze sono buffe e divetenti tra qualche giorno ti faremo gli augurissimi ciao frachesisposafelicemente

una a caso | Giovedì, 18 ottobre 2012 @10:20

mi piace questo vento leggero come una carezza ricordiamo Ada ...nessuno mi pettina bene come il vento ....adesso vi faccio sorridere ho detto questo verso alla mia parrucchiera e si è offesa !

Francescachesisposa | Giovedì, 18 ottobre 2012 @10:02

una a caso, grazie per avermi fatto scoprire le tazze sorpresa di gommeh, sono proprio belle! :-)

una a caso | Giovedì, 18 ottobre 2012 @09:49

buon divertimento lisa_volante scommetto che comprerai una tazza sorpresa di e. gommeh come souvenir .

Francescachesisposa | Giovedì, 18 ottobre 2012 @09:44

Cara Lisa, mi hai fatto venire in mente una canzone che abbiamo in repertorio... Amico di ieri, un pezzo delle Orme che parla del vento... Non sono forse poesie anche le canzoni? Buon viaggio!

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.