Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Oh no, di nuovo eurostress?

Giovedì, 29 novembre 2012 @09:08

"Mi chiamo Stella e in questo momento, nel portafoglio, ho esattamente 10 euro e 25 centesimi. Lo so perché li ho appena contati. Non solo: ho appena rivoltato tutte le tasche dei cappotti e le fodere delle borse, compresa quella della palestra, trovando alcuni pfennig austriaci (ah, i bei tempi in cui non c’era l’euro!) e una moneta nuova fiammante da 500 lire. Oltre ai 10 euro e 25 centesimi, dimenticavo, ho un marito disoccupato."

Di nuovo eurostress? Ahimé, di nuovo eurostress. E dire che pensavo di essermi lasciata alle spalle Stella, la protagonista di "Glam Cheap"; anzi, di averla salvata (ve ne siete accorti? rispunta tra le pagine del mio nuovo romanzo). Ma l’eurostress è stato più veloce ed eccoci di nuovo qui, io almeno, a contare quanti soldi ho nel portafogli, a litigare col Bancomat bloccato o con il telefonino che manda messaggi notturni di credito in esaurimento… Così mi sono divertita a usare, come Buongiorno di oggi, proprio l’incipit di "Glam Cheap". Mai così attuale, purtroppo. Un thriller "recessionista" romantico e metropolitano, su come sopravvivere all’eurostress.
Già, come sopravvivere? Anche ridendoci su. Provate con questo romanzo, a prezzo scontato ovviamente: 11,90 se lo comprate on line (a Stella ovviamente verrà fatto un prezzo speciale).


Compratelo, dunque, regalate "Glam Cheap"; anzi, comprate, consigliate e regalate Stella, Emma e Benedetta, le eroine dei miei libri… Impacchettatemi per Natale!
E’ anche un modo per dirmi che credete in me: e per aiutarmi, nonostante l’eurostress, a continuare con questo blog, e dirvi Buongiorno ogni giorno.

12 commenti

angie | Venerdì, 30 novembre 2012 @21:18

ho letto tutto d'un fiato Ultimamente mi sveglio felice!BELLO!!!l'unica cosa che non mi è piaciuta è stata la morte dell'inossidabile...ho vissuto l'ictus di mia mamma,che però sta bene!,è quei passi mi hanno intristito un po!per il resto è TUTTO UNA POESIA.come Asmara anch'io ho miei abiti-trucchi-infondi.sicurezza!un :* LISA!

LISA | Venerdì, 30 novembre 2012 @07:35

Per Lila: era il Buongiorno del 4 aprile del 2009, e non è in archivio, te lo riscrivo:

"A volte le cose non vanno – nonostante tutto –
di male in peggio. A volte, i giacinti resistono all’inverno;
il verde trionfa; i raccolti sono abbondanti;
a volte un uomo punta in alto, e raggiunge il traguardo.
E il sole a volte scioglie un prato di dolore
che sembrava ghiaccio puro:
possa succedere anche a te".
(Sheenagh Pugh)
E a volte la poesia ci accompagna: verso quello che sembrava un impossibile lieto fine.

Senti che bel ritmo ha la poesia in inglese:

Sometimes
Sometimes things don't go, after all,
from bad to worse. Some years, muscadel
faces down frost; green thrives; the crops don't fail,
sometimes a man aims high, and all goes well.
A people sometimes will step back from war;
elect an honest man; decide they care
enough, that they can't leave some stranger poor.
Some men become what they were born for.
Sometimes our best efforts do not go
amiss; sometimes we do as we meant to.
The sun will sometimes melt a field of sorrow
that seemed hard frozen: may it happen for you.

domo | Venerdì, 30 novembre 2012 @06:21

Cara lia.mo non voglio aprire una polemica ma trovo corretto il pensiero di Fra (cara Maria, proprio perché c'è libertà si esprimono i pensieri...) sull'opportunità di "usare" questa cittadella senza mura come vetrina per i tuoi scritti. Questa cittadella non è (almeno così la vedo io) uno spazio espositivo per scrittori, e forse già portare a conoscenza dei suoi abitanti i propri sforzi letterari potrebbe bastare e sarebbe già una fortuna poterlo aver fatto proprio qui. Anche io trovo che spesso c'è un uso/abuso (non è il tuo caso) senza poco riguardo, a volte protagonismi inutili, a volte depressioni inutili, rovinano quel vento fresco dell'inverno che sussurra che arriverà la primavera. Un sorriso a te e comunque complimenti perché scrivi, perché crei, è bellissimo a priori di dove tu lo faccia.

Lilabella | Giovedì, 29 novembre 2012 @21:59

Lisa io conosco abbastanza bene le tue eroine ma vedrò dopo aver letto il tuo ultimo libro se regalare la tua "peonia" colorata a qualche mia amica. Ma io ci credo in te, le tue eroine hanno fatto e faranno una lunga strada! A proposito di vecchi buongiorno, Lisa non riesco più a trovare in archivio la poesia Something di cui ora mi sfugge il nome dell'autrice!

LISA | Giovedì, 29 novembre 2012 @20:01

A me piace quando le poesie viaggiano su web. Alcune sono belle, altre no; alcune vengono sospinte avanti, altre si fermano. Ma mi piace il loro viaggio, come un'onda. E, lia.mo, grazie davvero per avermi ordinata, impacchettata, regalata. Grazie a tutti quelli che lo faranno e crederanno in me. Così continua il mio e nostro viaggio.

lia.mo | Giovedì, 29 novembre 2012 @15:28

Rispondo a Fra di ieri: " Non è certo per mancanza di rispetto nei confronti di Lisa che ho scritto una mia poesia (se così è stato le chiedo scusa), ma per restare in argomento, e poi non mi sembra di essere l'unica che copia poesie in questo blog, a proposito il numero 12 non è il numero nè della pagina nè della poesia, in ogni caso dato che sono stata fraintesa non copierò mai più una mia poesia in questo blog. Chi le vorrà leggere si compri il libro."
Ora rispondo a Lisa sul commento di oggi: ieri ho ritirato nella libreria Mondadori vicino casa i due tuoi librI precedenti, uno l'ho regalato a mia figlia (poi lo leggerò di sicuro), l'altro lo tengo io; poi ho comperato un altro - Ultimamente mi sveglio felice - da regalare a Natale.
Concludendo, auguro buon pomeriggio a tutti :-))

LISA | Giovedì, 29 novembre 2012 @15:19

Giusy, ovviamente sono contenta che tu regali le mie tre eroine, le Piccole Donne Reloaded. E sono contenta soprattutto perché so che ti sono state simpatiche. Tutte e tre.

LISA | Giovedì, 29 novembre 2012 @15:17

Ciao Anna citazionista, che bella storia: dei versi appesi a un muro (immagino una fotocopia o un ritaglio di un vecchio Buongiorno) ti hanno portato fino a qui. Sono bellissimi quei versi della poetessa portoghese Maria Do Rosário Pedreira, "Mai la vita è stata solo inverno". Adatti alla giornata grigia e piovosa di oggi. Li ricordo qui e visto che ci sono li twitto anche...

http://www.lisacorva.com/it/view/398/

Anna | Giovedì, 29 novembre 2012 @14:09

Premetto che amo definirmi una citazionista. Amo le parole tra virgolette, sanno di magico e reale, nello stesso tempo. E quindi, adoro collezionarle. Per cui sono particolarmente attenta alle parole altrui. Lo faccio anche per professione. Sono una psicologa e un giorno ho letto, nella stanza della mia tutor di tirocinio di specializzazione, una frase appesa alla parete che affermava "la vita non è solo inverno". E' stata lei a parlarmi di questo blog. Da quel giorno, lo leggo puntuale ogni mattina. Colleziono i buongiorno di parole e le parole con i buongiorno

Giusy | Giovedì, 29 novembre 2012 @10:31

...e aggiungo, con cruda sincerità, che regalerò le peonie non tantoper compiacere Lisa, ma le destinatarie del regalo.

Giusy | Giovedì, 29 novembre 2012 @10:22

Benedetta, con tanto di fiocco rosa shocking, attende l'alberello..è destinata a chi ha molto apprezzato Stella. Se faccio in tempo, ci sarà una terza copia per chi non conosce nessuna delle tre eroine.

Camilla | Giovedì, 29 novembre 2012 @09:48

Infiocchettata e luccicante, ti meriti un posto sotto tutti i nostri alberi questo Natale!
Non sono molti quelli che dedicano così tanto spazio e tempo ai propri lettori :) siamo fortunati!

E' tutto grigio ma non piove più :)
Il Buongiorno di ieri è stato di buon auspicio.
Buona giornata!

ps: Dopo aver incontrato Stella da Starbucks ho ripreso in mano Glam Cheap ;)

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.