Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Il colore della sua voce.

Giovedì, 10 dicembre 2009 @09:04

"Penso alle amiche che si vestono frettolose per uscire, che s’arrabbiano perché il vestito non cade bene, che fanno i conti, ordinano la spesa, che formano un numero al telefono e non risponde e, quando infine risponde, parlano, discutono, piangono nel riattaccare il ricevitore; che fanno dipendere tutto della loro vita dall’accento di un uomo".
(Alba de Céspedes)
E da che colore avrà, la sua voce, quando finalmente risponderà. Lui. Il suo sms. Quell’uomo.

(La frase di oggi è tratta da un racconto che Alba de Céspedes scrisse alla fine degli anni Quaranta; fa parte della raccolta "Invito a pranzo", un vecchio libro Mondadori. Una scrittrice purtroppo dimenticata: per conoscerla meglio, per saperne di più, andate al mio post del 29 ottobre).

7 commenti

Amèlie. | Domenica, 13 dicembre 2009 @10:49

Universitari.
Costituzionale-Filosofia del diritto-Diritto Romano.

Ho le ossa a pezzi.

LISA | Domenica, 13 dicembre 2009 @10:16

Per AMELIE: esami?

Amèlie. | Venerdì, 11 dicembre 2009 @17:38

Stanotte mi ha chiamata.

Gli ho detto tutto ciò che potevo dirgli. Non è bastato.

Da domani si rinizia.
Gli esami incombono.
E ho da vivere un po' di vita. Senza di lui.

LISA | Venerdì, 11 dicembre 2009 @08:35

VIV: come scivola via, nel ricordo, la voce e il profumo di chi non c'è più. AMELIE: e se lo chiamassi tu?

supersimo86 | Giovedì, 10 dicembre 2009 @18:17

meravigliosaaaaaa

Amèlie. | Giovedì, 10 dicembre 2009 @16:01

Lui è da due giorni nella città in cui vivo. L'ho scoperto casualmente che sia quì. Lo cerco fra tutta la gente, sarò rimasta mezz'ora alla fermata dell'autobus e puntualmente non salivo nella speranza di trovarlo tra le gente, di vedere la sua camminata scomposta, il suo sorriso a metà, i suoi capelli - come fili scoperti-.
mi manca.
mi manca così terribilmente.
da aspettare una sua chiamata e dirgli che non mi ha perso davvero.

Viv | Giovedì, 10 dicembre 2009 @13:20

Credo di avere un sacco di amiche così e forse ognuna di noi ha fatto dipendere la sua vita dall'accento di un uomo, ma non uno a caso: quello che appena respira nel ricevitore fa già palpitare il tuo cuore in quel modo speciale che conosci, ma a cui speri di non fare l'abitudine mai.
La voce del mio uomo mi manca e mi mancano le infinite sfumature che la coloravano, ma posso ascoltarla sempre grazie al fatto che amava cantare e la sua voce registrata mi accompagna... Vado fuori tema, scusa Lisa.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.