Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

La mia città, e un presagio di primavera.

Martedì, 5 febbraio 2013 @07:33

"Sono convinto che a Vienna, quando non siete sferzata dal vento, vi riesca di avvertire la primavera. Le città spesso percepiscono le cose in anticipo, attraverso il chiarore della luce, un’imprevista morbidezza delle ombre, un bagliore alla finestra – il leggero sentimento di imbarazzo nell’essere una città… Per mia esperienza, solo Parigi e (in maniera ingenua) Mosca assorbono per sé l’intera natura della primavera, come fossero un paesaggio agreste."
(Rainer Maria Rilke)
La mia città, e un presagio di primavera.

Il Buongiorno di oggi viene da una lettera di Rilke che de Waal, l’autore di "Un’eredità di avorio e ambra" (Bollati Boringhieri) ritrovò nelle carte di famiglia: era indirizzata a sua nonna, Elisabeth Ephrussi. Ed erano gli Anni Venti. Niente male, vero, avere una corrispondenza con un poeta? (Il che mi fa sempre pensare alle corrispondenze di oggi. Grazie a Internet scriviamo molto, molto di più, che siano mail o sms o whatsapp; ma tutto è digitale, tutto andrà perso… O no?). In ogni caso, ho finito il libro, che mi è molto piaciuto. E in ogni caso, nelle città, in questi giorni, appena spunta il sole, c’è un presagio di primavera.

8 commenti

LISA | Martedì, 5 febbraio 2013 @23:29

Giusy, buona Trieste. Fa ancora freddo per andare a passeggiare sul sentiero Rilke. O forse, no.

LISA | Martedì, 5 febbraio 2013 @23:27

Gabriella: "come sono puntuali gli alberi a primavera" è bellissimo!

LISA | Martedì, 5 febbraio 2013 @23:25

Ly89: grazie per aver ricordato un film di Ozpetek che mi era piaciuto molto. Le tue parole nascondono un grande dolore. Se hai voglia di raccontare, sono qui, ti ascolto.

Stefania che scrive da Roma | Martedì, 5 febbraio 2013 @19:38

Ultimamente fotografo spesso i tramonti, meravigliosi e ampi dalla mia finestra. Il cielo di Roma ti fa fare sempre la pace con questa città.

Lilabella | Martedì, 5 febbraio 2013 @18:11

Sì, vero, Gabriella forse si tratta di guardare quel bocciolo di primavera che abbiamo dentro noi. Veramente dalle parti dove lavoro io a Roma il tempo non era proprio bello ma il cielo della mia città io lo adoro anche in questi giorni. Non ho girato molte città ma a Parigi sono stata e mi ricordo la sua luce! Sì, Lisa, avere una corrispondenza con un poeta è veramente piacevole anche di questi tempi ;-)

Gabriella | Martedì, 5 febbraio 2013 @17:39

anche a Roma..c'è un venticello freddo e soave ma nel contempo il presagio della primavera nell'aria..come i grandi poeti sanno cogliere i chiarori minimali di luce le ombre..anni fa una bimba cui facevo da baby sitter con la poesia dentro che hanno spesso i piccoli esclamò: " come sono puntuali gli alberi a primavera!" quel verso (involontario?) mi colpì tanto e desideravo condividerlo con lisa e gli altri / le altre fra noi perchè me lo porto impresso dentro.

Giusy | Martedì, 5 febbraio 2013 @15:40

Il sentiero Rilke: Duino-Sistiana e ritorno, dove il poeta passeggiava - su e giù- tra le pietre del Carso... Io non ho più una città o un luogo tutto mio dove posso avvertire la primavera. Questa stagione l'ho solo in me stessa. In fondo, e nel mio piccolo, mi considero "errante". Tra qualche giorno, sarò a Trieste, città non mia, città che amo molto e che sento come fosse mia. Un piccolo sfogo, di quelli che passano o si archiviano.

ly89 | Martedì, 5 febbraio 2013 @10:25

Oggi voglio regalartela io una frase:
"Tutti quelli che se ne vanno ti lasciano addosso un po' di sé. E' questo il segreto della memoria? Se è così allora mi sento al sicuro...perché so che non sarò mai sola"
(La Finestra di fronte)

Mi accarezza l'Anima la certezza che addosso ho ancora un po' di lei, che un anno fa è volata via...ancora così giovane, senza aver conosciuto il mondo. E allora, mi asciugo le lacrime e guardo in su. Perché lei c'è ancora. E' nascosta nei miei gesti, nelle mie parole.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.