Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

In tasca.

Martedì, 15 dicembre 2009 @07:57

"Per questo lei mi piace tanto: prende le cose più complicate della vita e le avvolge in pacchettini piccoli e semplici, che ti stanno giusti giusti in tasca".
(Kathryn Stockett)

Un’amica. Un amico. Ma come fa? E’ una piccola magia: sa tradurre il mondo per noi. Amori ed enigmi amorosi, sfinimenti di lavoro e di famiglia, tumulti del cuore. All’improvviso scopriamo di aver sempre saputo che cosa fare: la soluzione è qui, ce l’abbiamo in tasca e non lo sapevamo.

(La frase di oggi parla d'amicizia, e non a caso: il romanzo da cui l'ho tratta, "L’aiuto", Mondadori, parla proprio di amicizia, di solidarietà al femminile. Quella tra una ragazza bianca, ricca, troppo alta, e troppo affamata d’amore e di vita; e delle domestiche e delle bambinaie di colore che le stanno intorno; all’epoca, donne quasi invisibili. Quando? Negli anni Sessanta, in una cittadina nel Mississippi: quando il mondo stava per cambiare, gli anni di Kennedy e di Martin Luther King)

A proposito di regali e di pacchettini: regalatemi! Come ben sapete, all’Autrice piace finire sotto l’albero e in nuove case. So che i miei libri sono in genere esauriti e difficili da trovare; però se li ordinate, in qualsiasi libreria, arrivano in pochi giorni; e poi c’è sempre ibs, basta cliccare qui a sinistra ed Emma e Stella arrivano direttamente a casa! (Ops, fine dell'autopromozione. Ma ci tengo così tanto che oltre a me conosciate e facciate conoscere anche Emma e Stella...).

Un grazie speciale ad Annalisa farmacista, che dopo aver regalato Emma e Stella, ed aver letto che al mattino apro il laptop con pane tostato e marmellate fatte in casa, mi ha mandato la sua: ananas e mele. Un matrimonio ben combinato! E' così buona che potrebbe copiare Stella glam cheap e venderla, o almeno farne tanti pacchettini per Natale...

8 commenti

Anonimo | Giovedì, 31 dicembre 2009 @20:49

ciao complimenti per ciò che scrivi.la mattina guai se manca city.aspetto le tue parole.e con la poesia inizia bene la giornata.grazie.

LISA | Giovedì, 17 dicembre 2009 @07:58

Per ANTO77 che ha appena incontrato Stella e che sta conoscendo Emma: sì, mi rendi felice. Hai capito davvero Stella: Stella, che cerca di sopravvivere all'eurostress e a un matrimonio in bancarotta (e dire che ho scritto questo libro molto prima dell'arrivo della recessione!), Stella dallo Sguardo Prezzante, Stella ossessionata dai diavoli che vestono Zara (e tolgono l'etichetta), e da un mondo fatto di scontrini... Ma che sopravvive. Con leggerezza, sì. Perché forse la leggerezza e l'ironia è quello che ci salva, sempre. A te, buon cammino. Grazie di avermi scritto.

anto77 | Mercoledì, 16 dicembre 2009 @22:00

Ciao Lisa, ti renderò felice dicendo che ho appena finito di leggerti in Glam Cheap e che ho iniziato Confessioni di un aspirante madre. Devo dire che Glam Cheap mi è piaciuto molto.
Sembra frivolo l'argomento trattato ma, leggendo, mi sono accorta che la leggerezza è l'effetto che a mio avviso volevi dare.
Hai reso bene l'idea dei tempi che stiamo vivendo e le difficoltà che molte persone stanno incontrando a causa della crisi che ci sta colpendo. Hai permesso a Stella di mostrare come con un pò di inventiva si può rendere glam anche la cosa più cheap e che, alla fine, siamo abbagliati dal mondo glitterato che ci circonda ma che non bisogna mai scordare le cose che un tempo ci hanno reso felici... soprattutto le persone che abbiamo accanto.
Per il libro Confessioni di un'aspirante madre ti devo dire che lo sto leggendo per affrontare un argomento per me troppo difficile e che , se devo essere sincera, mi terrorizza.
Non ho istinto materno o almeno credo di non averlo.
Mi chiedo se forse ho solo paura di non essere all'altezza.
"Prima il lavoro" e poi??
Continua a deliziarci con qs. perle preziose... i libri hanno una magia celata che ognuno di noi interpreta specchiando la propria anima.

Un abbraccio virtuale.

Antonella

Marina | Mercoledì, 16 dicembre 2009 @13:23

Lisa, Annalisa posso assicurarvi che in questo periodo di slalom, anzi di slalom speciale, mail, sms ma anche parole da amiche o da persone inaspettate mi riscaldano il cuoree mi fanno proseguire la corsa, proprio nel momento che tante altre persone sulla cui stima giuravo sono latitanti; la vita é strana, attraverso persorsi tortuosi ci mostra la verità delle cose! vi abbraccio

LISA | Mercoledì, 16 dicembre 2009 @08:18

Per FRANCESCA: mi dispiace, ma non so risponderti: confesso la mia assoluta ignoranza in materia. (Però mi chiamo Lisa, non Luisa!). Per ANNALISA FARMACISTA: quando facciamo slalom nella vita, è vero, facciamo fatica a farci entrare tutto. Però a volte un sms o una mail inaspettata, solo per dire "ti penso" a un'amica, scalda il cuore. (E a me scalda il cuore sapere che mi ordinerai e regalerai per Natale! Grazie, ancora).

Francesca | Martedì, 15 dicembre 2009 @15:14

Ciao Luisa,
leggo ogni mattina su City i tuoi graziosissimi interventi (fra cui, appunto, quello di oggi).
Ti scrivo per chiederti se puoi aiutarmi a risolvere un dubbio.
Io ho composto varie poesie e mi piacerebbe in qualche modo farle conoscere sul web, però vorrei un minimo tutelarmi: sai, come posso fare? Devo ricorrere ai diritti d'autore?
Grazie davvero.

Ciao,

Francesca

Annalisa farmacista | Martedì, 15 dicembre 2009 @12:57

In effetti ci avevo pensato. Emma ormai non lo sono più avendo (quasi) attraversato il fiume. Mi piacerebbe cimentarmi in qualche avventura come Stella. Per Natale la marmellata la regalo ormai da qualche anno e la per me, il Consorte e la sorellina la faccio routinariamente. Direi che devo proprio provare a farne un business.
Proprio in questi giorno penso all'amicizia: non sento ormai da un po' di tempo una cara amica con cui invece ci sentivamo abbastanza spesso. O meglio era lei che telefonava. Io purtroppo sono in perido di lavoro che definire pieno rende solo una vaga idea di quello che è realmente. Vi basti pensare che dovrò fare un salto in laboratorio anche il giorno di Natale e il primo dell'Anno. Così un po' mi sento in colpa per non averla chiamata, ma d'altra parte nemmeno lei l'ha fatto. Insomma coltivare e mantere rigogliosa un'amicizia è difficile, ci vuole proprio tanto impegno. Io purtroppo tendo a chiudermi nel mio daffare quotidiano e a lasciare fuori gli altri (consorte e mamma esclusi) perchè ritengo di non dover ammorbare gli amici con le mie personali vicende che ritengo non sempre così interessanti da raccaontare.
Ah cara Lisa! se i tuoi libri sono da ordinare sarà meglio che mi sbrighi, non avevo pensato a questa possibilità e dato che ne ho un paio almeno da regalare dovrò correre ai ripari il più presto possibile.
P.S. Ma come fai a ricordare tanti particolari di tutti noi? ti fai degli appunti spero, altrimenti mi fai paura.

Alex | Martedì, 15 dicembre 2009 @12:18

E penso che sia la metà giusta per me! Lei che può metter giù quei due o tre gradini davanti a me e darmi la possibilità di salire e vedere oltre il muro. Perché oltre il muro... oltre il muro c'è.... Oh! Stupendo...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.