Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Conosco una sola misura del tempo: con te o senza di te.

Sabato, 11 settembre 2021 @09:27

"Conosco una sola misura del tempo: con te o senza di te".

Ho sentito per la prima volta questa frase pronunciata da Benigni, alla Mostra del Cinema di Venezia: un discorso impetuoso come è lui, un omaggio e un ringraziamento alla moglie Nicoletta per tanta vita insieme. Solo dopo ho scoperto che la frase è ispirata – magari solo per assonanza, magari per caso – a una frase di una poesia di Borges.
Quindi, di chi è? Non importa. So solo che a me piace. Mi piace quando diciamo, in pubblico o in privato, alle persone a cui vogliamo bene, tutto il nostro bene, appunto. Mi piace che esista il romantico coniugale. Mi piace che un uomo non si imbarazzi di una dichiarazione d’amore.
L’ho rigirata in tutti i modi nella mia testa, questa frase che è diventata un Buongiorno, il mio primo di settembre, e alla fine ho aggiunto solo:
"Centimetri e anni con te". Centimetri di pelle, anni di vita.

1 commento

Lilabella nuova | Venerdì, 24 settembre 2021 @15:52

Beh Lisa l'hai rigirata bene. La persona che occupa il nostro cuore e che entra nei nostri sensi diventa parte integrante di noi, diventa, appunto, centimetri di pelle, e di vita anche chilometri a volte. Grazie, come sempre. Un sorriso, Lila
P.s.: già ti dissi che mi impressionò molto il modo con cui si rivolse alla moglie, gli occhi brillavano e anche se la frase non era la sua, l'emozione c'era tutta.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.