Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Quel che mi accendevi dentro.

Venerdì, 22 ottobre 2021 @13:08

"E poi quello che stavi leggendo era il mio cuore"
(Murakami)
E poi quello che tieni in mano è il mio cuore.

"Stasera ti chiamo
per chiederti
se ero proprio io
quello che amava
così tanto"
(Sanlordseastate)
Quel che mi accendevi dentro.

In queste settimane ho affidato due Buongiorno al vento. Dico vento non a caso, perché il Buongiorno – come ormai vi siete accorti – lo scrivo ogni domenica, ed è un appuntamento prezioso anche per me, come una tazza di tè nel silenzio del mattino, mentre guardo il mare (bellissimo, piacere solitario quando mi sveglio a Trieste).
La frase di Murakami è tratta da un suo vecchio romanzo che ho appena finito di leggere, "La fine del mondo e il paese delle meraviglie" (Einaudi). Un viaggio onirico in un mondo parallelo, come sempre nelle sue pagine. E un po’ di dispiacere perché anche quest’anno non ha vinto il Nobel.
Mentre la poesia con una strana firma, Sanlordseastate (che in realtà è uno pseudonimo, di un poeta che vuole rimanere segreto), l’ho scoperta attraverso l’account Instagram di un uomo geniale che fa moda e non solo, Antonio Marras. E mi ha fatto pensare a quando una persona – di cui magari eravamo perdutamente innamorati – non ci "accende" più, non ci smuove più niente dentro. Ci ricordiamo com’eravamo: ma non c’è più elettricità. E un po’ ci dispiace…
Mi piace raccogliere belle parole, belle frasi ovunque, come le foglie che in questi giorni stanno cominciando a cadere per terra nei viali. L’importante è fermarsi, prenderle in mano – anche le poesie si tengono in mano, non trovate? – e lasciare che ci accarezzino.

2 commenti

LISA | Mercoledì, 27 ottobre 2021 @09:00

Bella la definizione delle "domeniche poetiche"!

Lilabella nuova | Domenica, 24 ottobre 2021 @23:08

Lisa io credo che però nel cogliere le poesie ci voglia ascolto e sensibilità. E' come una foglia che cade in un certo senso, un'emozione che cogliamo ma non credo che tutti siano in grado di vederla. Il poeta o la poetessa ci dà modo di vedere con occhi diversi quella stessa cosa da noi ammirata. Mi piacciono queste domeniche poetiche! Anche se ho visto che c'è la poesia di oggi pronta ad allettarmi con le emozioni che può suscitarmi. Lila

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.