Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Ci sono momenti che.

Giovedì, 13 gennaio 2011 @09:04

"A metà della cena già sapevo che avrei rivissuto la serata dall’inizio: l’autobus, la neve, la camminata lungo la leggera salita, la cattedrale in lontananza dritta di fronte a me, la sconosciuta in ascensore, l’ampio salone affollato di facce illuminate dalla luce delle candele…"
(André Aciman)

Ci sono momenti che cambiano la nostra vita per sempre, che si incidono sulla pelle. E noi a volte, con un brivido, lo capiamo. Questo, è uno di quei momenti.

Vi ho già parlato di André Aciman, lo scrittore che ho appena incontrato e intervistato a New York (era nel post del 2 gennaio). La frase che ho scelto per City è tratta dal suo nuovo romanzo, che esce oggi in Italia: "Notti bianche", Guanda. Anzi, è proprio l’inizio. Spero che vi piacerà, così come è piaciuto a me.

10 commenti

LISA | Lunedì, 17 gennaio 2011 @09:31

AFRAH, non male, davvero. Mi piace anche il fatto che non ci sia musica, ma un rumore di sottofondo: un rumore "sporco", che può essere qualsiasi cosa, il rumore della vita.

Afrah | Venerdì, 14 gennaio 2011 @16:57

Io ti lascio il link dell'ultimo video che ho caricato
[ http://www.youtube.com/watch?v=g2h4IYvn-ao ], da lì se vuoi puoi anche viaggiare un po' sul mio canale. Un appunto: le poesie che ho pubblicato prima di questa sono state scritte con l'immaturità di un'adolescente totalmente ignorante sulla metrica, sulle figure retoriche, varie ed eventuali. Quelle che pubblicherò dopo, sono, non dico eccelse, ma quasi accettabili.
Il mio motto non è scrivere "qualcosa" [che forse erroneamente chiamo poesia] di bello esteticamente, ma che sappia entrare nel cuore degli altri.
Come recita una bellissima frase di non-so-chi [e me ne vergogno]: la bellezza cattura lo sguardo, ma la personalità cattura il cuore.

LISA | Venerdì, 14 gennaio 2011 @09:00

AFRAH: molto bene. Notti insonni portano poesie. Manda il tuo link a youtube, quando ce l'avrai! DANIELA in Scozia: una vera mamma telematica nelle notti di luna blu.

Afrah | Giovedì, 13 gennaio 2011 @23:46

Dopo aver lasciato quel commento, ho deciso di tirare fuori una vecchia agenda e di riprendere la penna. Ho ancora un po' di ruggine nelle mani, ma sento di poter ricominciare. Infatti ho fortunatamente ritrovato un documento Word in cui avevo raccolto tutte le poesie che avevo messo sul mio blog [dal 2007] e ho deciso di dar vita ad un progetto [in pratica sto facendo dei montaggi con i miei versi e li sto pubblicando su Youtube]. Poi ne voglio far partire un altro più impegnativo, ma dopo gli esami...
Stasera non riuscivo a dormire e sentivo che avrei dovuto accendere il computer per un qualche motivo: ho trovato la tua risposta e mi è venuta voglia di scriverti.

Daniela | Giovedì, 13 gennaio 2011 @17:48

...pensa che ho contattato la redazione di Grazia per segnalare la mia iniziativa!!Lo so che e' mirare un po' alto, ma d'altra parte io in questo romanzo ci credo. Ci metti una buona parola?:-)Oh e Lisa, non e' che mi lasci un commento sul blog?Il commento di una VERA scrittrice!!:-)

Daniela dalla Scozia/Lunablu | Giovedì, 13 gennaio 2011 @13:24

Grazie:-)Allora, e' http://lestorieonlinedilunablu.blogspot.com Vieni se ti va!:-)

LISA | Giovedì, 13 gennaio 2011 @11:55

Ma certo, DANIELA DALLA SCOZIA!

Daniela dalla Scozia | Giovedì, 13 gennaio 2011 @11:40

Ciao Lisa...volevo raccontarti che sto pubblicando il mio romanzo a puntate su un blog che ho appena aperto...Posso dare il link?Non mi va di farlo senza chiedere:-)

Sabrina | Giovedì, 13 gennaio 2011 @10:00

Come ti capisco, Nina... E so che gli altri non capiscono, per questo non ne parlo quasi mai con nessuno, nemmeno in questo momento che la sua mancanza mi fa impazzire.

Nina | Giovedì, 13 gennaio 2011 @09:25

Ci sono momenti che sai. Ho sentito questo brivido dalle prime parole che mi ha scritto e lo sento ogni volta che accade. Io Sapevo, anche se le persone che mi osservavano dicevano di lasciar perdere, anche se soffrivo la sua mancanza, io sapevo e so. A volte vorrei sradicare definitivamente questa sensazione, ma è come avere una luce acceasa dentro, non posso.

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.