Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Atomica.

Mercoledì, 23 marzo 2011 @07:04

"Le persone in lutto
per la bomba atomica
non sono orfane:
pregano la Terra".

(Iida Dakotsu)

Una preghiera per la Terra. Che ci protegga. Che, nonostante tutto, ci voglia bene.

No, non sono stati scritti oggi in Giappone questi versi, ma negli anni Cinquanta. E sono tratti da "Il grande libro degli haiku", Castelvecchi.

24 commenti

Fiorenzaccia | Giovedì, 24 marzo 2011 @23:04

Forse Carrie è sanissima nel corpo. cosa ne sappiamo? forse sta combattendo contro un tarlo e che il suo tarlo sia il pargolo del marito?? Una delle poche cose che ho presente sono le lamentele della signora nei riguardi della prima famiglia del consorte. Spero di NON sbagliarmi. Ma se ha una grave malattia, allora bè, le cose stanno diversamente. e mi inchino alla vera sofferenza.

Adele | Giovedì, 24 marzo 2011 @21:39

Carrie, ci hai reso partecipi del tuo disagio, hai ricevuto tanta solidarietà ma in fondo non hai spiegato nulla. Spero che il tuo sfogo sia solo un fuoco di paglia, fore per fare impensierire qualcuno... ma qui, su questo blog, qualcuno si preoccupa. Spiega, visto che hai iniziato tu. Ti aspetto, forse incapace di risposte o di conforto. Spero tanto che si tratti di...una bufala!!! Se così non è scusami e tanto. Un abbraccio.

una a caso | Giovedì, 24 marzo 2011 @18:43

per LISA mi divido tra le marche ,nella vecchia casa di famiglia al mare ( 3 mesi di estate ,pasque natali e altre feste ) e roma dove vivo abitualmente con la famiglia . ti ho scoperto su city apprezzo molto le tue scelte e i tuoi commenti e da un pò di tempo ho deciso di farmi coinvolgere un saluto

LISA | Giovedì, 24 marzo 2011 @17:45

Allora, UNA A CASO, mi/ci leggi dalle Marche? E come sei capitata qui? Racconta!

una a caso | Giovedì, 24 marzo 2011 @14:06

a Giusy io ho sostituito la bora con il ponentino ma "ogni vento è vento di mare "... con tutto quello che succede ,noi stiamo qui a parlare di vento ...... ma forse ci fa bene distrarci un pò

Giusy d'a. | Giovedì, 24 marzo 2011 @13:45

Ora che ci penso... è vero, Una a caso. arriva fin da voi. questo bel vento che ai triestini mette allegria (a volte). Mi piace il vento anche se vivo in una città dove sono capitata... quasi per caso e un po' riluttante dove in genere spirano venti "addomesticati". Eh no, non toccatemi la b ora...

una a caso | Giovedì, 24 marzo 2011 @12:30

a Giusy arriva anche lungo la costa delle Marche e ci fa correre ....da piccoli era divertente ciao

Giusy d'a. | Giovedì, 24 marzo 2011 @11:21

Ciao Una caso. Sai cosa fa la Bora? spinge i suoi pensieri sul mare e li fa arrivare, domati e attutiti a Chioggia e a Grado. Che Lisa mi corregga se sbaglio, forse sbaglio, pazienza...

una a caso | Giovedì, 24 marzo 2011 @08:16

spero che arrivi di nuovo la bora e spinga i brutti pensieri più in là ...

LISA | Giovedì, 24 marzo 2011 @07:55

OLGA. E Chernobyl. Mi ha molto toccato quello che hai scritto.

LISA | Giovedì, 24 marzo 2011 @07:54

CARRIE, cosa sta succedendo, costa ti sta succedendo?

Aminta | Mercoledì, 23 marzo 2011 @22:56

lo faccio costantemente, una a caso, e in modo concreto. i problemi personali possono diminuire di importanza per chi li vive con più ampio respiro e questo ci aiuta ad affrontarli. Grazie per il tuo pensiero. Buona notte anche a te.

una a caso | Mercoledì, 23 marzo 2011 @21:02

ad Aminta non puoi risolvere i problemi del mondo ..ma se non vuoi sentirti inutile puoi incominciare ad aiutare le persone che ti sono vicine anche con una buona parola ,anche con un piccolo gesto .anche i problemi personali sono grandi problemi per chi li vive. pensaci su. buona notte

Aminta | Mercoledì, 23 marzo 2011 @20:33

siamo piccoli, minuscoli e non valiamo niente, meno di zero se comparati a ciò che sta accadendo. Nulla possiamo per confortare, per alleviare le sofferenze alle quali stiamo assistendo, impotenti o indifferenti. Tutti ( o quasi) come le tre note scimmiette. Si parla di speranze, di preghiere... ma cosa possiamo fare in realtà? nulla o meno di nulla. ed è terribile la consapevolezza di sentirci assolutamente inutili. Mi correggo: di sentirMI assolutamente inutile. I problemi personali sono di altra importanza, meritano solidarietà, ma spariscono al cospetto di una tragedia di enorme portata.

malu63 | Mercoledì, 23 marzo 2011 @18:54

Trovare le parole giuste oggi è molto difficile, impauriti da tutto quello che stà accadendo nel mondo, guerre, radiazioni, persone che hanno perso tutto, la povertà, la fame, tutto ci spaventa e solo la preghiera qualunque sia il nostro credo ci aiuta ci dà la speranza di proseguire il nostro cammino, Olga comprendo il tuo dolore, ricordo perfettamente quei giorni dopo pochi mesi mi sarei sposata quindi Chernobyl resterà un ricordo legato al mio anniversario.... e dopo 25 anni il Giappone di nuovo qualcosa che trapazza la terra con la sua forza e con quello che l'uomo è capare di creare, basi nucleari che a mio modesto parere nn servono a niente.... Carrie nn devi smettere di combattere la tua battaglia la forza la devi trovare dentro di te, devi cercarcarla anche se è poca devi contare su di lei, siamo cosi piccoli in questo mondo ma valiamo molto.

Sabrina | Mercoledì, 23 marzo 2011 @15:58

Il passo di oggi è molto toccante, mi ricorda "Il gran sole di Hiroshima", un libro bellissimo che avevo letto da ragazzina e che mi aveva colpito moltissimo per via delle morti a causa delle radiazioni. In un momento come questo, non rimane che pregare e sperare, non si può fare altro. Se non altro possiamo fare qualcosa per il prossimo e per l'ambiente, nel nostro piccolo. Olga, mi dispiace tanto... Carrie: fatti forza, la vita continuerà, anche se magari non sarai la stessa di prima. Ne vale sempre la pena, anche quando per un attimo perdiamo la speranza. Ti abbraccio

lady chatterley | Mercoledì, 23 marzo 2011 @15:41

se vogliamo amare la vita dobbiamo cercare con caparbietà di amare anche il nostro prossimo, cercare di capirlo o almeno, cercare di accettarlo per quello che è. Con i suoi difetti, le sue debolezze. chi ne è esente? E' già un bel passo in avanti. se ci chiudiamo in noi stessi costruendo un muro attorno al nostro dolore e alle nostre difficoltà, non andiamo da nessuna parte..e lì inizia la vera malattia dell'anima e del corpo.

Carla | Mercoledì, 23 marzo 2011 @15:34

oggi rivolgiamo tutti insieme una preghiera laica che chiunque disegni la nostra vita ci aiuti a proteggere la terra per proteggere noi stessi.
Carrie vogliati bene come se tu fossi la terra reagisci alle radiazioni!!
ti aspettiamo ancora qui sul bolg!!

una a caso | Mercoledì, 23 marzo 2011 @14:51

per Carrie : chi meglio di Madre Teresa? "la vita è una sfida, affrontala /la vita è un dovere ,compilo /la vita è un gioco,giocalo /la vita è preziosa, abbine cura /.......amala anche quando sei forte , amala quando hai paura ..... trova un minuto per pensare, trova un minuto per pregare ,trova un minuto per ridere . ti vogliamo bene ciao

Anonima per prudenza | Mercoledì, 23 marzo 2011 @14:28

15-18: gas esilaranti. 39-45. bomba atomica. I disastri in tempo di "pace" di Chernobil e in Giappone. Mi unisco a Olga, alla sua lacerante preghiera, alla preghiera per la terra che ci ha proposto Lisa. poche speranze che venga accolta.

Olga | Mercoledì, 23 marzo 2011 @11:16

Una preghiera per la mia Terra che quasi 25 anni fa assorbì le sostanze radioattive 200 volte superiore alle esplosioni di Hiroshima e Nagasaki messe insieme. 270.000 casi di tumore attribuibili alle radiazioni (sulla popolazione di 9 milioni). I miei genitori.

stefania | Mercoledì, 23 marzo 2011 @10:49

la terra ha sempre cercato di "avvertirci"
ma noi siamo sempre stati sordi ai suoi consigli, richiami, grida

Lele | Mercoledì, 23 marzo 2011 @10:45

xCarrie: ti mando un abbraccio forte. Coraggio!

Carrie | Mercoledì, 23 marzo 2011 @09:20

Cara Lisa,
rieSci sempre a trovare delle parole di speranza e ti ammiro per questo.
Io invece devo imparare a rinunciare ad essa e a continuare a combattere la mia battaglia, anche se non vincerò mia la guerra...la salute innanzitutto! Come sorridevo a queste parole quando mi sentivo giovane e forte...sono ancora giovane, ma non sono più forte, forse non lo sarò mai più...eppure la vita va avanti, o quel che resta di essa...il dolore può uccidere l'anima, lo sapevo, ma a volte anche il corpo: i medici che mi seguono dicono di sì e cercano di farmi reagire...le mie orecchi li ascoltano, ma la restante parte di me è altrove....forse già al di là di tutto questo...non so...forse solo i versi di alcune poesia riscono ancora a ridestare in me un brandello di vita...

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.