Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

Per favore non smettere mai di scrivermi lettere.

Venerdì, 24 febbraio 2012 @08:59

"Per favore non smettere mai di scrivermi lettere - riescono sempre a farmi sentire migliore. A mettermi in contatto con la parte migliore di me".
(Robert Lowell)
Corrispondenze.

Questo che avete appena letto è il mio ultimo Buongiorno su City. Perché, con il numero di oggi, non uscirà più il quotidiano free press della Rizzoli, dove ogni giorno leggevate quel piccolo quadratino blu: quella piccola scheggia di poesia che magari ritagliavate, per conservarla nel portafoglio, nel libretto universitario, nel diario, nella moleskine, come mi avete spesso raccontato. Da oggi, City non uscirà più. Ma il mio Buongiorno lo troverete qui. Ogni giorno, dal lunedì al venerdì. Un Buongiorno più aereo e più lieve, da mandare via sms, postare su Facebook, twittare. Ci sono cose che finiscono, cose che cominciano. Rimanete con me e lo scopriremo insieme.

La frase di oggi, che è casualmente il mio ultimo Buongiorno di carta (in realtà pensavo che City continuasse a uscire ancora fino a fine febbraio!), è casualmente perfetta, come capita spesso con i Buongiorno. Perché è la frase che Robert Lowell, poeta anni Sessanta, scrisse ad Elizabeth Bishop, poetessa americana, in una delle loro tantissime lettere, lettere lungo tutta una vita. Corrispondenze, quindi. Così come spero siano i miei Buongiorno per voi. Leggetela in inglese, come ogni venerdì, su Friday Lisa.


27 commenti

Donato | Venerdì, 2 marzo 2012 @14:28

Da quando ero fidanzato con colei che poi sarebbe diventata mia moglie, ho inserito in una agenda da tavolo, le cose più belle ed emozionanti che sentivo di dedicarle. Ho chiamato questo strano diario "Il mio libro per te". Senza cadenze di inserimento, alla spicciolata, fotograife ritagliate da riviste, brevi articoli, poesie, aforismi, nel corso del tempo hanno pian piano formato questo "libro". Sono trascorsi trentasette anni da quell'inizio (sono trentuno di matrimonio) ed era inevitabile che tanti di quei tuoi quadratini scritti, pezzetti di cuorte giornaliero, hanno trovato posto tra le pagine sempre più zeppe di ritagli. Peccato la chiusura di City. Dovrò trovare il tempo di venirti a leggere più spesso sul PC, di stampare, ritagliare .... Ma continua, ti prego, nella tua splendida opera di farci sentire migliori di quello che la frenetica e gelida vita intorno sembra descrivere. Grazie di tutto.

LISA | Domenica, 26 febbraio 2012 @20:24

AMINTA: sai che non ho capito?

Aminta | Domenica, 26 febbraio 2012 @19:37

Suppongo che a Isa Grassano non faccia piacere vedersi attribuita una frase che non è sua. a me non dispiace. Aminta

Lele | Sabato, 25 febbraio 2012 @23:43

I will always follow you! Lol :-)

una a caso | Sabato, 25 febbraio 2012 @18:03

....ho letto il tuo articolo su Grazia le borse sono alquanto bruttine ,vecchiotte ma hai saputo dar loro nuova vita dicendo ......borse che sanno di primavera ,di cieli azzurri di felicità .......le ho riguardate ed era vero !!!!

Giusy | Sabato, 25 febbraio 2012 @13:44

Quanti bei fiori sono spuntati su questo blog! Però, ragazze, spero vorrete anche voi esprimere le vostre opinioni, i punti di vista, le vostre impressioni. Io, frequentatrice piuttosto assidua, ne sarei contenta... Che Lisa sopporti la mia invadenza...

Palmy | Sabato, 25 febbraio 2012 @09:30

Sono una delle tue lettrici che conserva il quadratino con la poesia.. continuerò a leggerti tramite Internet e stamperò le tue parole. Io non ti lascio! Mi dispiace tanto per City...

Anonimo | Venerdì, 24 febbraio 2012 @22:09

Lisa è giornalista affermata, scrive per diverse testate, chiaro che le dispiacerà lasciare il Buongiorno a cui tiene tanto e al quale penso abbia dedicato tanto tempo e attenzione, magari per un pugno di spiccioli, visto che non sembra essere IMPARENTATA con qualcuno che Conta. Mi auguro che oggi, anche i figli di "nessuno che conta" possano trovare un loro spazio, soddisfacente e ben retribuito. Con buona pace di chi ci governa e che ha l'impudenza di parlare di bamboccioni. Vabbè, il primo è stato il ricco Padoa Schioppa, pace all'anima sua.,

marisa | Venerdì, 24 febbraio 2012 @21:23

ciao, lisa, non ci lasciamo certo scoraggiare....andiamo avanti, un caro saluto da torino
marisa

Vale | Venerdì, 24 febbraio 2012 @20:35

Io sono con te , Lisa ...

Aminta | Venerdì, 24 febbraio 2012 @20:25

Non solo non è una bella cosa. E' una cosa molto triste. è una finestra con le imposte sbarrate. Spero tanto che Lisacorva e i suoi colleghi troveranno altre vie di comunicazione cartacea, che è la più bella.

isa grassano | Venerdì, 24 febbraio 2012 @19:25

un giornale che chiude non è mai una bella cosa...Solidarietà ai colleghi e a te un in bocca al lupo. Io ti seguo sempre :-)

LISA | Venerdì, 24 febbraio 2012 @19:10

VALEBIZ: ahimé, il problema è che senza City sono senza lavoro anch'io:-(

valebiz | Venerdì, 24 febbraio 2012 @18:42

tristissima...........................non solo per la mancanza che sentiro delle tue poesie..ma perche penso a chi si trovera senza lavoro..............non e una buona cosa questa.non lo e.

liamo | Venerdì, 24 febbraio 2012 @17:25

Che bello! Menomale che il Buongiorno continua, me ci sono affezionata e non posso farne a meno! Grazie mille! Lia

annetta | Venerdì, 24 febbraio 2012 @16:49

LISA: per favore non smettere mai di scriverci i tuoi buongiorno...riescono sempre a farci sentire migliori. A metterci in contatto con la parte migliore di noi". Si chiude una porta ma si aprirà certamente un portone :-))

una a caso | Venerdì, 24 febbraio 2012 @16:30

eh , Lisa ha una grande tecnica di seduzione .......

Giusy | Venerdì, 24 febbraio 2012 @15:56

Eh, Una, chi seguiva il pifferaio magico non finiva certo bene... Seguire Lisa, invece, ci fa solo del bene...

Susy_Anne | Venerdì, 24 febbraio 2012 @14:57

Che peccato.. ma noi ci saremo ancora. ;)

Erica | Venerdì, 24 febbraio 2012 @12:40

il tuo Buongiorno era l'elemento indispensabile per iniziare la giornata universitaria.. Le mattine che arrivo in stazione troppo tardi e le copie del city sono finite é una tragedia.. Per fortuna sono munita di smartphone e il tuo sito é già tra i preferiti.. Anche se tutti i ritagli di citi sparsi per la scrivania e pareti si sentiranno soli senza nuovi arrivi :(

una a caso | Venerdì, 24 febbraio 2012 @11:08

per stefano........Goethe portava in tasca dei semi di fiori per spargerli al vento e migliorare l'estetica del mondo .....i tuoi sms buttati al vento daranno i loro frutti .....be patient .

una a caso | Venerdì, 24 febbraio 2012 @10:08

......sorry for you and for us . ma noi continueremo a seguirti come il Pifferaio di Hamelin

sivy | Venerdì, 24 febbraio 2012 @09:48

Da quando ti ho incontrata sul city ai tempi dell'università, la mia passione per la poesia trovava un bellissimo nutrimento ogni mattina, grazie a te... ormai da un po' di tempo il city non mi capita più tra le mani, ma il tuo blog è ancora il mio buongiorno appena arrivo in ufficio...e spero di trovarlo per molto ancora, cara Lisa.

Camilla | Venerdì, 24 febbraio 2012 @09:45

Un po' triste e un po' felice ti mando un Buongiorno che profuma di carta e di tragitto verso l'università.
La lettura delle tue righe aveva scalzato l'oroscopo dal primo posto ;)
Ci mancherà..

Stefano | Venerdì, 24 febbraio 2012 @09:43

Corrispondenze…
34.236 mail e 48.718 sms…
Buttato tutto al vento.
Per cosa?
Per un posto, un luogo, e mi riferisco alla frase di ieri......

rossella | Venerdì, 24 febbraio 2012 @09:25

quanto mi dispiace...io cmq nè ho conservati una marea e a casa me li trovo ovunque..e ogni mattina era il mio "buongiorno" che cercavo e tante volte rispecchiava il mio stato d'animo....cmq ti seguirò qui...

Anonimo | Venerdì, 24 febbraio 2012 @09:20

grazie, mi sei indispensabile per iniziare la giornata

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.