Lisa Corva

Commenta come:
Testo:
Anti-Spam: CAPTCHA Image
 Immagine different
Posta commento

L’amore è brina. Che sogno averti vicina.

Lunedì, 30 luglio 2012 @09:52

"Trapeli un po’ di verde
il limone, il sifone,
il piccolo portone
della pensione,
trapeli il blu,
anche tu
vestita col tuo nudo rosa,
ogni cosa amorosa.
Amore è amore
liscio alla sua foce.
Un’alpe zuccherina,
l’amore è brina.
Che sogno averti vicina
Notturna, fresca, sottovoce."
(Alfonso Gatto)
L’amore è brina. Luccica ed è fresca, d’estate.

Il Buongiorno di oggi – che si intitola Sogno d’estate – è tratto dall’antologia "Poesia d’amore del Novecento", Crocetti. Mi piace quel portone della pensione, che immagino al mare, o forse in montagna, una pensione qualsiasi, allegra, nascosta, colorata. Mi piace l'idea di vacanze in due. Di un amore che d'estate è fresco e sottovoce, d'inverno scalda, come una morbida coperta.

14 commenti

LISA | Mercoledì, 1 agosto 2012 @10:37

Giusy, certo che la sofferenza ha un suo valore. La sofferenza insegna. Molto. Moltissimo. Anche, a volte, ad apprezzare, quando ne usciamo, controtramonti di pesca e zucchero.

Giusy | Mercoledì, 1 agosto 2012 @10:26

Ciao Lisa, credo di far parte di coloro che riescono a ricavare serenità e piacere dalle piccole cose anche quelle a cui fai cenno. Il fatto di considerare la felicità uno stato poco duraturo non significa che io sia incapace di vivere al meglio la vita con le sue gioie e dolori e penso che anche la sofferenza abbia un suo valore, che va elaborato. Appartengo alla categoria di persone a cui piace tutto, un esempio: mare, montagna, sci, nuoto. Città e campagna. Musica e letteratura, animali e persone (beh, non tutte, lì forse sono selettiva) e via dicendo...
Ti invio un caro saluto unito all'augurio sincero e affettuoso di buone, anzi, splendide riposanti vacanze. Augurio esteso a tutti coloro che "postano e seguono il " Superblog"

LISA | Martedì, 31 luglio 2012 @16:58

Giusy, ti rispondo con un altro Buongiorno (oggi va così), è del 17 marzo 2008:
"Per tutto c’è bisogno di una vocazione. Anche per la felicità"
(Kveta Legátová)
Ci sono persone che sanno raccogliere la felicità nelle piccole cose: il profumo di un caffè ben fatto, un sorriso regalato in metropolitana, la sorpresa di un tramonto in una strada grigia. E’ poco, è tantissimo. E’ un’arte, è un mestiere: quello di vivere. Per non arrendersi a un contagio: quello di chi, invece, è votato all’infelicità.

Ma se vai al 12 luglio e ai commenti, forse capisci più chiaramente cosa intendo (e cosa intendeva la scrittrice) per "era al sicuro nella sua infelicità".

Giusy | Martedì, 31 luglio 2012 @15:41

Mah, non saprei...intanto potremmo tentar di discettare su questo stato d'animo così fuggevole, difficile da catturare e conservare a lungo. Tra felicità e infelicità ce ne corre e non penso che nell'infelicità ci si senta al sicuro, parimenti nella "felicità" e non penso che ci voglia coraggio per cercare o accettare questo straordinario "stato di grazia". Il coraggio, a parer mio, sta nel saper accettare che svanisca, così, semplicemente com'è arrivato.

LISA | Martedì, 31 luglio 2012 @10:58

No: ci vuole coraggio ad essere felici, perché a volte si ha paura della felicità. Ricordate il Buongiorno del 12 luglio? "Era al sicuro nella sua infelicità".

annetta | Martedì, 31 luglio 2012 @08:27

Ma non puo mica piovere sempre: ci sono periodi in cui "ci vuol coraggio ad essere felici" ma prima o poi i drammi passano. Personalmente credo che solo la perdita di un figlio
o una malattia fortemente invalidante siano problemi che spesso non si superano nell arco di una vita, per il resto, per quasi tutto il resto, aiutati che il ciel ti aiuta.

Stefano | Martedì, 31 luglio 2012 @08:04

Vero, difficile essere felici, ma può essere anche facilissimo.
Per dirla alla Nino Manfredi, " Bast''a salute e un par de scarpe nove"..
Per qualcuna invece "una forte amicizia di vecchia data...."

LISA | Martedì, 31 luglio 2012 @07:42

Chiara: a volte, sì.

chiara | Martedì, 31 luglio 2012 @05:38

Ci vuol coraggio ad esser felici...

Stefano | Lunedì, 30 luglio 2012 @23:07

x annetta :
Se riesco a trovare, fra centinaia di migliaia di file una poesia che scrissi tempo fa, domani, qualsiasi sia il buongiorno di Lisa, la pubblico. E forse non solo la poesia....
x Elelena:
più che senso dell'umorismo, io lo definirei sarcasmo....

Elena | Lunedì, 30 luglio 2012 @22:27

a me veramente il commento di Stefano è sembrata una battuta di una persona con senso dellìumorismo,

annetta | Lunedì, 30 luglio 2012 @20:42

stefano xke nn ci posti una poesia, una qualsiasi, che ti rende allegro e felice? ma come si fa, di grazia, davanti ad una poesia-filastrocca cosi carina e spensierata a pensare al portiere pettegolo? mah...

una a caso | Lunedì, 30 luglio 2012 @15:18

....un amore fresco in queste giornate di calura ......tutti hanno il sacrosanto diritto di sognare ...

Stefano | Lunedì, 30 luglio 2012 @12:08

......"Trapeli un po’ di verde
il limone, il sifone,
il piccolo portone
della pensione...... "
Di sicuro ci sarebbe un PORTIERE pettegolo.....

Lisa Corva

Mi chiamo Lisa Corva, e questo lo sapete. Sapete anche, se siete qui, che credo nel potere delle parole. E della poesia.

Qui troverete i miei Buongiorno: da trasformare in sms, ricopiare sull’agenda, far viaggiare via web… Talismano, oroscopo, cioccolatino, schegge di luce o di consolazione: usateli come volete. Troverete anche le mie interviste, i miei articoli di moda, i miei colpi di fulmine in giro per il mondo. E, ovviamente, i miei libri.

Mi potete anche trovare (a volte) in Piazza Unità a Trieste: la città dove sono nata, dove non ho mai vissuto, ma che continuo testardamente a considerare mia. Se vi avvicinate abbastanza, mi riconoscerete. Se non altro, dal profumo di rose.